rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Narni Narni

“Niente lavori, a rischio il futuro degli impianti sportivi del San Paolo”

Narni, l’allerta di Sergio Bruschini (FI): “Senza interventi di riqualificazione del complesso, il Comune sarebbe costretto a restituire le strutture alla Sgl”

“Quale sarà la sorte degli impianti sportivi del San Paolo e del parcheggio ex Sgl a Narni scalo, dopo il bando andato deserto riguardante la loro gestione?”.

A chiederselo è il consigliere comunale Sergio Bruschini (FI). “La città - afferma - attende da tempo che il parcheggio ex Sgl prospiciente la ferrovia sia destinato come promesso ad area attrezzata per sosta camper e che il complesso sportivo del San Paolo, venga rifunzionalizzato e messo a norma per tornare ad essere a disposizione nella sua piena funzionalità. Il deliberato approvato dal consiglio comunale nel giugno del 2021, con il quale si autorizzava l’amministrazione ad acquistare, attraverso un mutuo di 80mila euro, l’intero complesso, sembrava dare il la ad un’operazione di recupero di questa importante area. Al contrario, a più di un anno e mezzo di distanza, è ancora lì che aspetta”.

“Il problema dei tempi – sottolinea Bruschini - non è certamente ininfluente, sia per la piena disponibilità alle società che utilizzano le infrastrutture sia per rispettare il preliminare di acquisto sottoscritto tra ente e Sgl. Infatti, a fronte di un’offerta così vantaggiosa, l’amministrazione si era impegnata a svolgere gli interventi di riqualificazione dell’immobile consistenti nella messa in sicurezza e nella minima fruibilità dell’impianto. I lavori sarebbero dovuti iniziare entro il primo gennaio di quest’anno e conclusi non oltre il 31 dicembre del 2025. Tali lavori consisterebbero in interventi di verifica strutturale delle tribune, nella copertura delle tribune e dell’impianto di illuminazione del campo di calcio a 11. Altri interventi riguardano la messa a norma degli impianti elettrici e termici della palazzina che ospita gli spogliatoi. C’è poi da abbattere le barriere architettoniche, adeguare l’impianto illuminazione del campo a 11, smantellare e rifare gli impianti di illuminazione dei campi a 5 ed a 7. Oltre a questo, deve essere effettuata la manutenzione straordinaria di ampi tratti della recinzione e la manutenzione straordinaria del complesso”.

“Se tutte queste opere - sottolinea Bruschini - non verranno realizzate entro il 31 dicembre 2025, il Comune sarebbe costretto a restituire le strutture alla Sgl. Ora, considerato che non avendo disponibili le somme necessarie per attuare questi lavori, a gennaio 2022 è stato pubblicato un bando per la ricerca di una società che si sarebbe assunta l’onere di gestire gli impianti. Tra le varie clausole, il bando prevedeva la realizzazione di tutte le opere di rifunzionalizzazione. Ma il bando, pubblicato per 60 giorni, è andato deserto. Sono passati diversi mesi e da allora non si hanno più notizie circa lo stato dell’arte della pratica. Non vorremmo - conclude Bruschini - che il tempo passi invano e che, come prevede il preliminare di acquisto, l’amministrazione si veda alla fine costretta a ridare indietro il complesso sportivo con annesso pagamento dei danni. Chiediamo quindi alla giunta quali saranno le prossime mosse, visto che al 2025 manca poco tempo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Niente lavori, a rischio il futuro degli impianti sportivi del San Paolo”

TerniToday è in caricamento