rotate-mobile
Narni Narni

Pericoli a Narni: “Strada stretta attraversata anche da mezzi pesanti con una serie di curve pericolose”. Scatta l’iniziativa

La consigliera del Gruppo Misto Cecilia Cari ha presentato una mozione consiliare sulla provinciale n. 64 dell'Aia, che collega la Flaminia con la zona industriale di Vascigliano

Una mozione consiliare per tornare sull'argomento riguardante i problemi legati al transito dei mezzi pesanti in Strada delle Pretare, lungo la zona del lago di Recentino a Narni. Si tratta della provinciale n. 64 dell'Aia, che collega la Flaminia con la zona industriale di Vascigliano. E' Cecilia Cari (Gruppo Misto) a tornare sulla questione. "Questa strada - spiega la consigliera -, attraversa due centri abitati: Miriano e Erbabigia. E' una strada particolarmente stretta e nei primi due chilometri è caratterizzata da una serie di curve pericolose, specialmente quando viene percorsa da mezzi pesanti.

Per questa ragione si presentano diversi problemi che cominciano a partire dal punto dove l'arteria si interseca con la Flaminia, dando vita ad un incrocio che definire malagevole è un eufemismo. Una delle strettoie più pericolose è quella all'altezza della centrale idroelettrica. Qui, come mostra la foto, quando si incrociano due mezzi pesanti il rischio di incidenti è sempre molto alto. In questo tratto è presente una parete rocciosa senza protezione, dalla quale cadono spesso dei massi anche di grandi dimensioni. Un altro grave pericolo, dunque, che si aggiunge a quello rappresentato dai rami di numerosi alberi di grandi dimensioni piegati e rivolti sulla strada.

Su questa provinciale negli anni si è molto intensificato il traffico, data la presenza della zona industriale di Vascigliano di Stroncone, cosicchè ogni giorno, oltre al traffico locale, vi transitano  mezzi pesanti, oltre a pullman di linea, pulmini scolastici, ciclisti, motociclisti e persino dei epdoni che amano fare delle escursioni nella zona del lago di Recentino". la Cari chiede inoltre al sindaco di dare dei chiarimenti riguardo "al progetto ed alla costruzione di una centrale a Vascigliano a biometano". "A che punto è l'iter di approvazione della centrale? - chiede l'esponente di minoranza -. Ci sono state conferenze dei servizi ed é stato convocato il Comune di Narni? Nel caso ci fossero stati questi incontri, come si è espressa in merito la nostra amministrazione, visto che é essa è interessata sotto l'aspetto ambientale, odorigeno e del traffico? Se la centrale dovesse essere realizzata, porterà un notevole aggravio della attuale situazione. Ricordo che il tratto interessato, dove c'è il Lago,  è da tempo un'oasi naturale ed è una zona di protezione speciale o 'ZPS', ovvero fa parte delle cosiddette zone di protezione poste lungo le rotte di migrazione dell'avifauna, finalizzate al mantenimento ed alla sistemazione di idonei habitat per la conservazione e la gestione delle popolazioni di uccelli selvatici migratori con tantissime specie presenti ed è inoltre un sito di interesse comunitario che andrebbe  controllato e valorizzato".

In conclusione la Cari chiede che "il Consiglio comunale prenda posizione rispetto a questa mia mozione affinchè  si intervenga presso la Regione e la Provincia, al fine di valutare attentamente la situazione della viabilità lungo Strada delle Pretare e la provinciale n. 64 , scongiurando il rischio di incidente e l’ulteriore aumento di mezzi pesanti in una situazione di viabilità di per sé precaria e pericolosa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli a Narni: “Strada stretta attraversata anche da mezzi pesanti con una serie di curve pericolose”. Scatta l’iniziativa

TerniToday è in caricamento