rotate-mobile
Narni Narni

Narni, Comunità energetica rinnovabile a Stifone: Comune premiato da Legambiente

Secondo posto nel bando nazionale: “Fondamentale il recupero della storica centrale idroelettrica”

Un premio prestigioso che riconosce la grande attenzione riservata dal Comune di Narni ai temi riguardanti l'ambiente. Nei giorni scorsi all'amministrazione comunale narnese, rappresentata dall'assessore Giovanni Rubini, è stato consegnato a Roma da Legambiente il secondo premio di un bando nazionale. Si tratta del progetto denominato ‘Comuni rinnovabili’, per la realizzazione di una Comunità energetica rinnovabile e solidale nel borgo di Stifone. Narni (unica città umbra inserita nel progetto) si è dunque classificata al secondo posto all'interno del bando nazionale promosso da Legambiente in collaborazione con il Gruppo Met, nella categoria Cers in progetto. 

Duplice l’obiettivo del premio: da una parte raccontare le occasioni che si possono cogliere attraverso lo sviluppo di queste nuove configurazioni energetiche, dall’altra mettere in evidenza gli aspetti solidali che possono portare benefici ambientali e sociali ai membri e ai territori. “Il progetto vincitore - fanno sapere dal Comune di Narni -, che prende il nome di ‘Stifo-one - Sustainable Transition Innovation Framework n.1’, consiste nella realizzazione di una comunità ad alta tecnologia di energia rinnovabile. Chiave di volta è il recupero della storica centrale idroelettrica di Stifone, che diventerà un centro di produzione energetica interamente green, con produzione di rinnovabile sia da fonte idrica che fotovoltaica. Rilevante è stata anche la componente didattica del progetto che, in sinergia con la messa in opera del centro visite multimediale in via di realizzazione nel borgo, avrà un impatto socio-culturale in una zona già di per sé turistica, sensibilizzando visitatori e scolaresche sull’importanza di concetti fondamentali come l’energia rinnovabile e la riduzione delle emissioni di Co2”. 

“Ringraziamo Legambiente - ha detto l'assessore Rubini -, per aver riconosciuto il potenziale insito nella nostra proposta e ringraziamo entrambi i nostri partner: l’Università La Sapienza di Roma e l’Aps locale 'VitaNova Stifone', senza i quali nessuna progettualità sarebbe possibile. Ringraziamo anche gli uffici che hanno lavorato alla candidatura, nella persona del dirigente ai lavori pubblici Pietro Flori e dei funzionari Valentina Francescangeli e Filippo Andrea Rossi”. 

L’importo economico messo in palio verrà corrisposto all’Aps locale il cui presidente, Enrico Maccaglia, ha commentato: “L’obiettivo comune è quello di coniugare sviluppo turistico e sostenibilità ambientale. Ringraziamo l’amministrazione, il dirigente Flori e tutti coloro che hanno creduto in questa attività. Sta a noi adesso costruire una comunità sociale funzionante e attiva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Narni, Comunità energetica rinnovabile a Stifone: Comune premiato da Legambiente

TerniToday è in caricamento