rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Narni Narni

Narni, murale dedicato ad Alberto Sordi: “A mio cugino sarebbe piaciuto senz’altro”

L’opera realizzata da David Pompili è stata inaugurata da Igor Righetti, parente dell’attore: “L’arte da sempre rigenera le città”

Un gigantesco murale di 12 metri per 9 con l'iconica scena di Nando Moriconi tratta dal film di Steno del 1954 ‘Un americano a Roma’, in cui Alberto Sordi è intento a mangiare un piatto di spaghetti (il celebre "maccherone m'hai provocato e io ti distruggo") è stato inaugurato sabato scorso a Narni Scalo, in provincia di Terni, dal cugino dell'attore, il giornalista e conduttore radiotelevisivo Rai Igor Righetti assieme all'artista che ha realizzato l'opera David Pompili, al sindaco della città Lorenzo Lucarelli, all'assessore alla Cultura Giovanni Rubini, al dirigente del Comune Pietro Floris, al produttore cinetelevisivo di Cameraworks Massimiliano Filippini, all'influencer e social media manager Lorenzo Castelluccio e alla proprietaria dell'immobile Lucia Fabbri.

L'opera, realizzata con colori al quarzo, occupa l'intera parete esterna della trattoria ‘Italia 61’ e dell'albergo ‘La Locanda dei 4’ ed è stata finanziata delle famiglie proprietarie dell'immobile. È il secondo murale dell'originale progetto ‘Rigenerarsi"'in vista dei trent'anni del festival ‘Le vie del cinema - Rassegna del film restaurato’ che quest'anno festeggerà la sua 30ª edizione e si svolgerà dal 29 luglio al 3 agosto. Il progetto è partito a novembre 2023 quando il Comune di Narni ha pubblicato un avviso per acquisire manifestazioni di interesse di soggetti privati per il consenso alla realizzazione di murales ispirati al cinema su pareti di proprietà collocate nel centro di Narni Scalo.

“Mio cugino Alberto - ha detto Igor Righetti - amava l'arte ed era un collezionista. Sono convinto che quest'opera gli piacerà senz'altro anche perché è più grande dello schermo di una sala cinematografica in cui venivano proiettati i suoi film. Gli scali di ogni cittadina sono sempre molto comodi in quanto ricchi di infrastrutture come stazioni ferroviarie, strade e fermate dei bus, quindi facilmente raggiungibili e di conseguenza con molti capannoni industriali, ma tristi e grigi. L'idea degli amministratori di Narni di dare colore e anima a queste aree con una galleria d'arte all'aperto con immagini dei grandi attori che hanno dato lustro nel mondo al cinema italiano la trovo contemporanea, valorizza tutto il territorio ed è molto utile anche a livello turistico. Da sempre l'arte rigenera le città e con la street art diventa condivisa, foriera di bellezza e motore di riqualificazione urbana".

Il progetto ‘Rigenerarsi’ è stato avviato in collaborazione con gli studenti dell'istituto di istruzione secondaria superiore Gandhi che hanno realizzato un primo intervento di opera murale nell'area di pertinenza della scuola, a cui è seguita l'opera ‘Duo’ eseguito sempre da David Pompili, che ha esposto i suoi lavori in numerose mostre in Italia e all'estero, raffigurante Sophia Loren e Marcello Mastroianni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Narni, murale dedicato ad Alberto Sordi: “A mio cugino sarebbe piaciuto senz’altro”

TerniToday è in caricamento