rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Narni Narni

“Raccontare: il territorio, il lavoro, la storia”, nuovo incontro la “La parola obliqua”

Appuntamento sabato a palazzo Eroli a Narni con il ciclo di conferenze organizzato da Archeoares e Unitre con il supporto dell’assessorato agli eventi culturali del Comune di Narni

Sabato 3 febbraio, alle 16, a palazzo Eroli di Narni va in scena il secondo appuntamento dell’edizione 2024 del ciclo di incontri “La parola obliqua. Come un segmento”. Il titolo è “Raccontare: il territorio, il lavoro, la storia”.

“Raccontare - si legge in un comunicato - equivale a un incontro tra linguaggi, generazioni, testi, immagini, suoni ed emozioni per tessere insieme realtà diverse e creare un segmento unico che rappresenti una storia condivisa. Narrare il territorio, il lavoro e la storia cambia il modo in cui viviamo e agiamo proprio perché condividendo si passa dal personale al collettivo trovando nuove prospettive e nuovi modi di agire. La parola obliqua si propone come una serie di cinque incontri per riflettere su uno specifico tema attorno al quale si sviluppano riflessioni meditate e mediate”. “Questo ciclo di conferenze – proseguono gli organizzatori - va immaginato come un segmento che aiuta a legare due punti e sa collegarli creando uno spazio comune. Segmento, lato, corda, relazione, parentela, raccordo, racconto e così via: tutte definizioni che congiungono un punto (di vista) con altri punti (di vista) per creare un percorso condiviso”.

“La parola obliqua - prosegue il comunicato - organizzato da Archeoares e Unitre con il supporto dell’assessorato agli eventi culturali del Comune di Narni, si svolgerà presso il museo di Palazzo Eroli. L’appuntamento di sabato 3 febbraio è rivolto a tutti e senza obbligo di prenotazione.

Per informazioni: 351.2385302 (anche Whatsapp)/ narni@archeoares.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Raccontare: il territorio, il lavoro, la storia”, nuovo incontro la “La parola obliqua”

TerniToday è in caricamento