Lunedì, 18 Ottobre 2021
Narni Narni

Turismo, ora anche Narni punta sui plenaristi e il Gran Tour

Il Comune lavora a progetti di promozione turistica legati ai grandi viaggiatori dell'800

Dal ponte d’Augusto di Corot, esposto al Louvre, agli altri capolavori dei grandi plenaristi che visitarono Narni, stiamo lavorando per sviluppare un settore turistico e culturale di grande fascino e dal marcato potenziale attrattivo e suggestivo”. Lo dichiara l’assessore a turismo e cultura, Lorenzo Lucarelli, facendo riferimento ai protagonisti del Gran Tour che visitarono Narni, la vallata del Nera fino a Terni e la Cascata delle Marmore.

“Su questo segmento – afferma Lucarelli – puntiamo molto, in collaborazione con Terni, per restituire al visitatore di oggi le sensazioni e le atmosfere di ieri, quelle che poterono apprezzare i grandi pittori e i grandi scrittori che attraversarono la nostra terra. Se scelsero di immortalarla in dipinti e scritti, è segno evidente che il fascino della valle del Nera, della sua natura e dei suoi monumenti era qualcosa di straordinario. Per questo – spiega l’assessore - ciò che vogliamo fare oggi è partire da queste testimonianze e allargare le possibilità e l’offerta a disposizione del turista, per aumentare arrivi e presenze sul territorio anche con un turismo esperienziale che non si ferma alla pura visita ma scava nelle radici e nella storia dei nostri luoghi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, ora anche Narni punta sui plenaristi e il Gran Tour

TerniToday è in caricamento