NarniToday

“Non puoi giocare con questi giochi, sei albanese”. La testimonianza al parco di Narni e le scuse: “Non siamo razzisti”

Il consigliere del Movimento cinque stelle Luca Tramini: “Questo bruttissimo episodio non rappresenta assolutamente la nostra città”

foto di repertorio

Dal racconto di un cittadino. Il consigliere del Movimento cinque stelle Luca Tramini ha denunciato un episodio accaduto ieri ai giardini pubblici di Narni Scalo. ‘Protagonisti’ due bambini che si trovavano in quel luogo per trascorrere qualche momento in serenità. Uno di questi apostrofa un suo coetaneo dicendogli: “Non puoi giocare con questi giochi. Sei albanese”.

I piccoli sono accompagnati dai rispettivi nonni. Il nonno del bambino albanese allora fa presente che l'espressione usata da quello italiano non è bella ed è profondamente razzista. La risposta della nonna del bimbo che ha proferito quella frase è la seguente: “Noi non siamo razzisti e mio nipote parla come gli pare”

Luca Tramini: “La situazione è più grave di quanto pensassi”

Il consigliere comunale, riflettendo su quanto riferitogli da un cittadino presente in quel momento, ha affermato: “L'odio genera solo odio. È un male oscuro che nel silenzio e nell'indifferenza cresce, si alimenta e come un parassita dirama le sue radici sulle nostre città, arrivando sino ai bambini.

Un bambino è un bambino, non ha colpe a dieci anni, non è lui che ha detto quelle parole, non saprà neppure cosa vuol dire quella parola. Parole, comportamenti – sottolinea Tramini - che avrà sentito e risentito dai suoi nonni, dai suoi genitori o dai telegiornali e alcuni "politici" alla televisione. Un bambino non dovrebbe neppure conoscerla la differenza di nazionalità di un altro bambino, dovrebbe vedere solamente un altro bambino.

Prima di tutto – dichiara il consigliere - come cittadino narnese e poi come esponente politico mi scuso con quel bambino e con tutta la comunità albanese per questo bruttissimo episodio che non rappresenta assolutamente la nostra città, la nostra Narni. Però questo episodio mi ha dato molto da pensare, se siamo arrivati fino a questo punto vuol dire che la situazione è molto più grave di quanto pensassi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Donna trans accoltellata di notte nella sua abitazione in via Battisti. Ricoverata al Santa Maria

  • Valigie di droga dal Pakistan a Terni. Decapitata la cupola dei signori dell'eroina

  • Trecento posti di lavoro ma anche una nuova clinica privata: ecco il nuovo Liberati

  • Bliz della squadra mobile, vasta operazione antidroga a Terni: “Indagine articolata e complessa iniziata oltre un anno fa”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento