NarniToday

“Puzze” a Narni, parla l’azienda: nessun pericolo per la salute dei cittadini e dei lavoratori

La Setras servizi si occupa di manutenzione dei veicoli e lavaggio e bonifica delle cisterne: “In dodici anni di attività non abbiamo mai ricevuto sanzioni, stiamo adottando tutti gli accorgimenti per limitare l’impatto sulla comunità”

“Setras servizi srl sta adottando tutti gli accorgimenti per limitare al minimo l’impatto odorigeno nelle immediate vicinanze dello stabilimento”. Dopo le polemiche e gli allarmi dei giorni scorsi innescati dalle “puzze” a Narni, prende la parola l’azienda.

Si tratta della Setras servizi srl, fondata nel 2007 con circa 70 dipendenti. L’azienda è specializzata nell’attività di manutenzione dei veicoli e nel lavaggio e bonifica delle cisterne e “non si occupa invece – è spiegato in un comunicato diffuso dalla stessa ditta - di effettuare trattamenti dei fanghi provenienti dalla depurazione delle acque che invece vengono smaltiti in appositi impianti autorizzati”.

L’azienda, con sede a Narni scalo, tiene a precisare “di operare nel pieno rispetto delle prescrizioni di legge e delle autorizzazioni rilasciate e confermate nel tempo dalle autorità istituzionali. In particolare, l’azienda è dotata di autorizzazione unica ambientale rilasciata dal Comune di Narni e certificato di prevenzione incendi rilasciato dai vigili del fuoco di Terni”.

A conferma del “continuo impegno nel miglioramento delle proprie prestazioni”, la Setras fa sapere di avere ottenuto le certificazioni qualità (UNI EN ISO 9001:2015), ambiente (UNI EN ISO 14001:2015), salute e sicurezza (OHSAS 18001:2007), trasporto SQAS Attestation), eccellenza (UNI EN ISO 9001 – UNI EN ISO 14001e OHSAS 18001) e per il lavaggio alimentare (HACCP).

Sottoposta con cadenza semestrale, e recentemente mensile, a controlli da parte di Arpa, Forestale, nucleo operativo ecologico dei carabinieri, polizia ambientale, la Setras rileva di avere sempre rispettato “tutti i limiti e le prescrizioni previste dalle norme sia per quanto riguarda le emissioni in atmosfera che per la qualità delle acque di scarico” e che “in dodici anni di attività non ha mai subito sanzioni né è stata oggetto di ulteriori prescrizioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia, per lo stretto rapporto che la lega al territorio”, Setras “sta valutando tutte le azioni tecnicamente sostenibili per evitare eventuali disagi causati dalla propria attività che comunque non costituiscono un pericolo per la salute dei cittadini e dei lavoratori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento