rotate-mobile
Narni Narni

“Pnrr, dalla bretella al nuovo asilo nido: 18 progetti e investimenti per 15 milioni di euro”

Il sindaco di Narni Lorenzo Lucarelli fa il punto sullo stato di avanzamento dei cantieri dopo le preoccupazioni di Forza Italia: “Opportunità per il territorio e per la comunità. Non nascondo le difficoltà burocratiche: Bruschini ci aiuti con il suo governo a facilitare questi percorsi”

Bruschini chiama, il sindaco risponde. Sull’argomento Pnrr, l’esponente di Forza Italia ha più volte manifestato le proprie preoccupazioni dovute ai ritardi con i quali il Comune di Narni starebbe affrontando la questione. Ritardi che, sempre secondo Bruschini, potrebbero portare a conseguenze negative per Narni. In particolare, il consigliere comunale di Forza Italia è preoccupato riguardo alla possibilità che il Comune non faccia in tempo a chiudere le pratiche utili ad ottenere gli importanti fondi a disposizione.

“Stiamo lavorando da tempo - spiega Lorenzo Lucarelli - sul versante dei fondi Pnrr che ci spettano. L’amministrazione di Narni ha raccolto fin dall’inizio la sfida di rendere il Pnrr un’opportunità per l’intero territorio narnese e per la sua comunità. Sono 18 i progetti ad oggi candidati dal Comune di Narni nell’ambito dei bandi relativi al Pnrr per un importo complessivo di oltre 15 milioni di euro. Tutti e 18 sono in corso di attuazione. Voglio citarne alcuni: la realizzazione della bretella di Narni scalo, gli interventi sui centri civici, quelli sulle aree limitrofe a piazza Garibaldi, il primo stralcio della strada del Suffragio, la realizzazione del nuovo asilo nido. Oltre a questi, ci sono 5 milioni di euro che verranno destinati a progetti sociali, poi altre risorse per l’accessibilità e l’efficientamento del teatro Manini e per lo stadio San Paolo. La mole di lavoro diventa importante se a questi interventi aggiungiamo quelli riguardanti altri progetti in via di attuazione, come le piste ciclabili, il restauro del teatro di palazzo e il centro visite di Stifone”.

“Per poter rispondere efficacemente alla sfida - continua Lucarelli - l’amministrazione comunale ha istituito con un atto di giunta nell’agosto 2022 una cabina di regia quale organo di indirizzo e di controllo sull’esecuzione dei progetti finanziati. A quest’organo di governance è stata poi affiancata una struttura tecnica, composta da dirigenti e da oltre una decina di risorse umane interne, coordinata da un esperto in ‘project management per un approccio unitario e standardizzato di gestione dell’intero pacchetto di progetti, al fine di garantire la massima efficienza gestionale ed il raggiungimento degli obiettivi prefissati”.

“Ad oggi dei 18 milioni, 1,7 milioni sono stati già impegnati; ci sono 21 persone impegnate e 14 team di progetto che ci lavorano con un controllo quotidiano sull’avanzamento delle attività. Non nascondo tuttavia - continua ancora il sindaco - alcune preoccupazioni relative ad aspetti burocratici (varianti urbanistiche, conferenze di servizi, osservatori, passaggi in sovrintendenza). I tempi sono molto ristretti e alcuni interventi prevedono procedure e passaggi che mal si conciliano con quelli del Pnrr e spero, anzi, che il consigliere Bruschini ci aiuti con il suo governo politico a facilitare questi percorsi”.

“Un bel risultato è stato comunque l’avvio dei lavori per il nuovo asilo nido e della mensa della scuola media di Narni scalo. Abbiamo saputo del finanziamento a novembre dello scorso anno - conclude Lucarelli - e nonostante ciò, siamo riusciti già ad appaltare i lavori entro la scadenza richiesta ossia il 31 maggio. Un obiettivo importante raggiunto e ora via all’esecuzione dei lavori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Pnrr, dalla bretella al nuovo asilo nido: 18 progetti e investimenti per 15 milioni di euro”

TerniToday è in caricamento