rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
zone Orvieto

Una mappa di Orvieto del 1600 e le storiche incisioni su rame: ecco l’evento “Un secolo di Fumi”

Iniziativa culturale del Comune in occasione dei novant’anni della biblioteca comunale: due giornate di festa

C’è un’antica mappa di Orvieto e delle rare incisioni su rame. I tesori di Orvieto escono dalla biblioteca e diventano un dono per i cittadini, grazie all’iniziativa “Un secolo di Fumi”, in programma sabato 11 dicembre in occasione dei 90 anni della Biblioteca comunale “Luigi Fumi”.   

Si tratta in particolare di cinque riproduzioni in tiratura limitata di preziosi documenti storici del 1600. In una cartellina sono contenute le riproduzioni in formato 29,7 per 42 centimetri di alcuni tra i più importanti documenti conservati nella sezione storica della biblioteca comunale. Nello specifico “Le tre meraviglie dell’illustrissima città di Orvieto” di Antonio Carrarino (1616), la mappa di Orvieto del Sanvitani (1662), l’incisione su rame “Orvieto nella Toscana” (1638-1642), “Urbsvetus” (1662) e “Orvieto in Hetruria” (1678).

Il folder, stampato in sole 100 copie, sarà a disposizione dei cittadini a fronte di un contributo minimo di 10 euro. La somma raccolta servirà per restaurare altri documenti storici che si trovano custoditi nella biblioteca. “Non c’è festa e non c’è Natale che si rispetti se non c’è un regalo – afferma il sindaco di Orvieto e assessore alla cultura, Roberta Tardani – e questo bellissimo folder con cui celebriamo i 90 anni della biblioteca comunale Luigi Fumi vuole essere un dono per i cittadini e gli appassionati di arte e cultura che, acquistandolo, potranno a loro volta fare un regalo alla città, contribuendo a recuperare altre preziose memorie del nostro passato. L’idea è di arricchire anno dopo anno questo folder in vista del centenario della biblioteca che si celebrerà nel 2031. Quest’anno si è deciso di partire dalle mappe della città e dalle raffigurazioni delle tre meraviglie di Orvieto, la Rupe, il Duomo e il pozzo di San Patrizio. A questa iniziativa, già dal prossimo anno, sarà collegato un progetto che coinvolgerà le scuole e gli studenti ai quali chiederemo di scegliere e reinterpretare in chiave attuale le meraviglie della città non solo dal punto di vista architettonico ma delle emozioni e dello stupore che Orvieto può dare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mappa di Orvieto del 1600 e le storiche incisioni su rame: ecco l’evento “Un secolo di Fumi”

TerniToday è in caricamento