Mercoledì, 16 Giugno 2021
Orvieto

Addio a Odero Montanini, punto di riferimento per i malati e gli anziani di Orvieto

Si è spento all'età di 92 anni Odero Montanini. Ex dipendente della Fiat, da oltre 15 anni si occupava a tempo pieno dei malati e anziani di Orvieto che ricorrevano al Tribunale del malato del quale era presidente

Voleva tenere duro per riuscire ad arrivare a spegnere le 100 candeline, ma non ce l'ha fatta. Si è spento a 92 anni Odero Montanini, una vera e propria istituzione orvietana, presidente del Tribunale del malato e punto di riferimento per anziani e malati della città.

Montanini era un ex dipendente della Fiat. Rimasto vedovo, si dedicò anima e corpo ai più vulnerabili attraverso l'istituzione del Tdm. Il suo "quartier generale", per oltre 15 anni, è stata una piccola stanza che si trovava al piano terra dell'ospedale orvietano "Santa Maria della Stella".

Sempre pronto all'ascolto e ad attivarsi per risolvere questioni burocratiche, Montanini sapeva tirar fuori la giusta grinta quando si trattava di ingaggiare un braccio di ferro con le istituzioni e la politica di ogni colore e bandiera, per il bene esclusivo della comunità e dei più vulnerabili. 

Mencarelli: "Si batteva con forza per i diritti dei malati"

A ricordare Montanini è Gianni Mencarelli, responsabile orvietano di Cittadinanzattiva, amico e compagno di battaglie: "La sua militanza e l'impegno civico profuso per aiutare chi era in difficoltà - dice Mencarelli -, lo faranno ricordare a molti concittadini, soprattutto i più anziani che si rivolgevano a lui per i problemi della burocrazia in ambito sanitario, sempre pronto ad ascoltare, ma anche a dare risposte ai bisogni che gli venivano palesati.

Di recente - racconta - si era mosso per dare voce a quanti, bisognosi di assistenza, chiedevano aiuto e consigli su come affrontare meglio i problemi della solitudine e della mancanza di assistenza. Si è battuto per chiedere con forza maggiori attenzioni agli anziani chiedendo di realizzare in città, una struttura adeguata ed oggi, sembra che questo suo desiderio cominci ad avverarsi con il recupero dell'ex ospedale per fini sanitari e sociali. Il progetto non lo vedrà compiuto, ma noi del Tribunale del malato - conclude - continueremo a chiederne la realizzazione e forse chissà, a riconoscergli in futuro con le istituzioni il merito. Ciao Odero che la terra ti sia lieve".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Odero Montanini, punto di riferimento per i malati e gli anziani di Orvieto

TerniToday è in caricamento