rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Orvieto Orvieto

La Rupe diventa capitale dell’immagine: dal 15 al 17 marzo torna “Orvieto Fotografia”,

Dal 15 al 17 marzo Orvieto diventa capitale della fotografia nazionale e internazionale con l’edizione 2024 di “Orvieto Fotografia”, organizzata da Fiof – Fondo internazionale per la fotografia con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Orvieto

“Punctum!” è il claim scelto dal festival internazionale che coinvolge fotografi, videomaker e comunicatori professionisti provenienti da tutto il mondo e che celebra quest’anno il ventennale della fondazione dell’associazione Fiof, di cui sin dal 2004 è socio promotore il Comune di Orvieto.

Il tema centrale è appunto il “punctum” della fotografia, concetto introdotto da Roland Barthes, che rappresenta ciò che coinvolge emotivamente lo spettatore in un’immagine, la ferita che suscita in lui. È il momento in cui l’immagine guarda e agisce sulla memoria, sulla persona stessa.

Nel programma eventi, seminari, workshop con i più importanti fotografi e videomaker del panorama nazionale e internazionale, arricchiti da mostre che impreziosiranno numerose location del centro storico di Orvieto: il pozzo di San Patrizio, palazzo Coelli, il museo Faina, il museo archeologico nazionale, i sotterranei del duomo, le chiese di San Giacomo e dei Santi Apostoli e il palazzo dei Sette.

“L’obiettivo principale del festival – spiegano gli organizzatori – è creare una rete di scambio internazionale, che coinvolga istituzioni, enti e beni comuni, al fine di diffondere la cultura del bello attraverso la fotografia e incontri tematici, workshop e visite guidate nel territorio. L’arte fotografica ha assunto un valore culturale distintivo nel mondo contemporaneo, diventando parte essenziale della nostra società in cui tutto passa attraverso uno scatto. Orvieto Fotografia 2024, Punctum! rappresenta un punto di riferimento importante nella geografia culturale europea, contribuendo a qualificare l’offerta della città come destinazione privilegiata per gli amanti della fotografia e della comunicazione contemporanea. La mission del FIOF per questo progetto è creare arte attraverso contenuti culturali e condivisioni, scientificamente rigorosi, che possano avvicinare un pubblico vasto e differenziato. Inoltre, l’obiettivo è utilizzare gli eventi e le attività del festival come momenti di conoscenza e visibilità del territorio, promuovendo la fotografia “colta” e creando un connubio tra il nostro Paese e le realtà internazionali. Per raggiungere questi obiettivi, è fondamentale coinvolgere le nuove tecnologie e i nuovi canali comunicativi. Orvieto Fotografia non è solo un semplice festival, ma un contenitore di talenti e proposte da valorizzare, un luogo di crescita e confronto sia per giovani autori che per professionisti ed artisti a 360°. La città di Orvieto ospiterà come ogni anno uno degli appuntamenti più attesi dell’anno in Italia”.

“In un’epoca in cui la fotografia sta vivendo stravolgimenti impressionanti e frenetici – prosegue – diventa sempre più difficile distinguere il vero dal falso, il reale dal surreale, la fotografia dalla manipolazione digitale. In questa edizione, il FIOF intende definire il cambiamento, fissando l’attenzione su ciò che ci circonda e cercando di dare una nuova svolta a ciò che il mercato offre, sia dal punto di vista artistico che commerciale. L’intelligenza artificiale è un elemento che non può essere ignorato o crocifisso, ma deve essere studiato per comprendere fino a che punto l’etica e le esigenze di mercato possono contribuire allo sviluppo di nuove opportunità professionali”.

Per ulteriori informazioni e per partecipare al festival è possibile vistare il sito web ufficiale all’indirizzo www.orvietofotografia.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rupe diventa capitale dell’immagine: dal 15 al 17 marzo torna “Orvieto Fotografia”,

TerniToday è in caricamento