rotate-mobile
Orvieto Orvieto

Esplosione del centro d’accoglienza, la gara di solidarietà: raccolti in poche ore più di 11mila euro

Organizzata sulla piattaforma Gofundme una raccolta fondi per aiutare i titolari del progetto La Selvara di Orvieto che nell’esplosione a San Lorenzo Nuovo hanno perso il raccolto 2022

L’emergenza, lo sconforto e poi la gara di solidarietà. Questa è una delle storie che girano normalmente intorno ad un’emergenza - in questo caso, l’esplosione del centro accoglienza a San Lorenzo Nuovo - che spesso però passano in sordina. Dopo la preoccupazione per i feriti, anche gravi, rimasti coinvolti nell’esplosione della struttura, sarebbe necessario puntare gli occhi sullo strascico che un fatto simile purtroppo porta con sé: l’emergenza di chi ha perso il lavoro, la produzione, la struttura di stoccaggio.

È Sara Fantozzi a raccontare su Gofundme lo storia di una della attività che nell’esplosione del centro accoglienza di San Lorenzo Nuovo (in provincia di Viterbo) ha perso tutta la produzione dello scorso anno e a promuovere una raccolta fondi a favore della cantina La Selvara.

“In seguito all’esplosione del centro migranti a San Lorenzo Nuovo (Viterbo), Marco, Gigi, Trisha e Piero hanno perso tutto: la loro cantina è stata sventrata - scrive Sara Fantozzi su Gofundme - L’intera annata 2022 è andata distrutta e ora c'è il rischio che il colpo abbia compromesso anche i serbatoi per il 2023, che non sono comunque accessibili per il momento, visto che l’area è posta sotto sequestro. Senza giri di parole: hanno bisogno del nostro aiuto. ️Stiamo raccogliendo fondi per aiutarli a rimette in piedi la loro cantina. Vorremmo fare qualcosa di concreto per persone che amiamo e che si trovano in una situazione difficile”. In 18 ore la raccolta ha registrato 66 donazioni per un valore di 11mila 870 euro.

“Immagina se tutto ciò a cui dedichi la tua vita, a cui lavori duramente, venisse distrutto nel giro di pochi minuti - ha poi proseguito Sara -Trisha, Piero, Marco e Gigi stanno vivendo questo incubo. Hanno bisogno del nostro sostegno per tornare a fare quello che amano. Abbiamo aperto una raccolta fondi per aiutarli a ricominciare. Se puoi permettertelo, unisciti a noi nel sostenerli. Ogni contributo, anche il più piccolo conta!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione del centro d’accoglienza, la gara di solidarietà: raccolti in poche ore più di 11mila euro

TerniToday è in caricamento