OrvietoToday

Piccoli e grandi in piazza, i giochi della tradizione conquistano tutti

Dai passatempo in legno ai flipper passando, successo a Orvieto per la seconda edizione del festival nazionale organizzato dalla Uisp

Piazza Duomo invasa dai giochi della tradizione

Mettete in tasca lo smartphone e fate un salto nel passato. A quando eravate più piccoli, agli anni del divertimento, agli anni del gioco. Successo per la seconda edizione del festival nazionale del gioco e delle tradizioni organizzato dalla Uisp che nell'ultimo weekend ha riempito le piazze del centro storico di Orvieto mettendo insieme piccoli e non  in una grande festa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In piazza del Popolo e in piazza Duomo bambini, genitori e nonni si sono potuti cimentare nei passatempo di una volta quando bastava una corda o un pezzo di legno per trascorrere intere giornata all'insegna del divertimento e dell'amicizia. Ci sono le spade e i cavalli finti per trasformarsi in cavalieri medievali, c'è chi salta nei cerchi della "campana", ci sono una sorta di pattini a pedali quasi antesignani del moderno overboard e poi decine di giochi in legno come il divertente "acchiapparello". Si può anche simulare di mungere una mucca, un vasto campionario di giochi dimenticati ma ancora capaci di coinvolgere in avvincenti sfide. E poi ancora scacchi e dama, biliardino, ping pong e per i più grandicelli anche i mitici flipper, ormai spariti dai bar e dalle sale giochi di tutta Italia, che incantano oggi come un tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E alla fine vi dimenticherete di avere uno smartphone tutto fare in tasca e se proprio vi servirà tirarlo fuori sarà per farvi scattare una foto sorridente insieme a vostro figlio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento