menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arrone (foto di repertorio)

Arrone (foto di repertorio)

Arrone ed Amelia riducono la Tari alle imprese. Lupi: “Segnali importanti. Auspichiamo che altri enti locali seguano questa strada”

Il presidente di Confcommercio Terni Stefano Lupi: “La decisione presa rappresenta un concreto ed importante sostegno per le imprese in difficoltà”

Il consiglio comunale di Amelia ha approvato una significativa riduzione, della parte variabile della Tari, per le utenze non domestiche. Per gli alberghi, i ristoranti, i pubblici esercizi, le agenzie di viaggio, i cinema, i teatri, le discoteche nonché le attività artigianali quali estetiste e parrucchieri, è stata decisa una riduzione della tariffa pari all’80%.

Le risorse destinate all’intervento ammontano a euro 200 mila euro, coperti con economie di spesa generate dalla rinegoziazione dei mutui. Anche l’assise comunale di Arrone, in questi giorni, ha operato nella medesima direzione deliberando una riduzione del 50% della parte variabile della Tari per le aziende che hanno dovuto chiudere e/o ridimensionare l’attività, a seguito dei provvedimenti del Governo per la pandemia del Coronavirus.

Stefano Lupi: “Segnali importanti”

“Finalmente arrivano segnali importanti - sottolinea Stefano Lupi presidente della Confcommercio Terni – anche sul versante della riduzione delle tasse e dei tributi locali. Come associazione, fin dai primi momenti della riapertura, abbiamo chiesto agli enti territoriali di intervenire nei settori più colpiti, agendo prioritariamente sulla fiscalità locale, in particolare sulla Tari. La decisione presa rappresenta un concreto ed importante sostegno per le imprese in difficoltà. Inoltre testimonia l’attenzione per le aziende da parte dei sindaci Laura Pernazza di Amelia e Fabio Di Gioia di Arrone, anche in ragione del rilevante impegno finanziario che ne consegue. Ovviamente manifestiamo l’auspicio- conclude Stefano Lupi - che altri enti locali seguano questa strada. Le manovre sulla fiscalità locale rappresentano azioni indispensabili per supportare un tessuto economico, soprattutto il terziario di mercato, ancora in forte tensione e molto preoccupato anche per la risalita dei contagi.”

Il sindaco Laura Pernazza commenta la decisione adottata: “Avevamo annunciato di voler operare una riduzione della tassazione locale e in questo particolare momento di crisi, abbiamo inteso dare risposte concrete alle imprese, nonostante l’ intervento determini un significativo impatto sul bilancio del nostro comune".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento