Provincia TerniToday

“Salviamo il Teatro sociale”, ad Amelia scatta la raccolta fondi

Iniziativa in collaborazione tra Ente palio dei colombi, Pro loco e un gruppo di cittadini con il sostegno del Comune. Servono almeno 250mila euro entro la fine di maggio

“Salviamo il Teatro sociale di Amelia”: comincia la missione possibile per riconquistare il gioiello settecentesco incastonato nel cuore della città dalle mura poligonali, finito all’asta per un contenzioso tra la Società teatrale (proprietaria dell’immobile) e la ex Bnl a causa dei ritardi nel pagamento di un mutuo acceso alla fine del 2014.

LEGGI – Così il Teatro sociale è finito all’asta

Le buste per individuare il possibile acquirente del teatro – si tratta della nona asta consecutiva, le altre otto sono andate deserte – saranno aperte il 28 maggio. Per intestarsi la proprietà piena della struttura servono poco meno di 300mila euro.

Su iniziativa di un gruppo di cittadini, della Pro loco e ora anche dell’Ente palio dei colombi – con il sostegno dell’amministrazione comunale – è stata promossa una raccolta fondi che potrebbe consentire di incamerare la cifra necessaria per rilevare il teatro e poi donarlo, entro sei mesi dall’acquisto, al Comune di Amelia.

Lo scorso 30 aprile in una riunione pubblica sono stati limati gli ultimi dettagli dell’operazione. Le donazioni delle imprese, degli enti e dei privati cittadini verranno effettuate in maniera tracciabile – non si accettano dunque donazioni in contanti – così da consentire la restituzione delle somme nel caso in cui il tentativo non andasse a buon fine. Tutti i donatori avranno il diritto di “essere menzionati come benefattori”, salvo indicazione diversa.

“In particolare, le imprese e gli enti che verseranno importi superiori a mille euro – è spiegato nel documento ratificato per l’iniziativa - potranno far conoscere la loro donazione al fine di valorizzare il loro apporto ai fini commerciali, nei limiti di legge. L’operazione avrà carattere del tutto trasversale e mira ad ottenere il contributo ed il sostegno di tutta la cittadinanza, delle associazioni, delle contrade, degli enti e delle imprese dell'Amerino con il solo scopo di riuscire a salvare il teatro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per fare una donazione è possibile utilizzare un bollettino postale oppure versare sul conto corrente - sul quale si potranno effettuare movimenti solo con firma congiunta fra i proponenti l’iniziativa - aperto presso Banca Intesa con Iban IT56G335901600100000166139    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento