Provincia TerniToday

Amelia, trasloca in località Paticchi la postazione per i tamponi in auto

La nuova postazione è stata individuata in collaborazione fra Asl 2 e l'amministrazione comunale per rendere più fluida la somministrazione dei test ed evitare imbottigliamenti.

Il presidio per la somministrazione del tampone in macchina è traslocato da Porta Leone a località Paticchi, conosciuta dagli amerini per essere sede degli impianti sportivi. Lo spostamento si è reso necessario per superare alcuni limiti in tema di viabilità che sono emersi durante le operazioni quotidiane che avvenivano nella postazione precedente del parcheggio di Porta Leone- Una scelta che consente una più agevole canalizzazione del traffico che renderà più scorrevole la circolazione e, di conseguenza, più rapide le operazioni di controllo sanitario alla popolazione. 

Attualmente, il presidio Asl è attivo dal lunedì al sabato con orario 9-11 con oltre 100 tamponi al giorno effettuati diretammente dall'auto da parte dai sanitari del distretto di Narni e Amelia.

L'individuazione e il rapido trasloco delle attività di screening in località Paticchi - fanno sapere dalla Asl 2 - è stato possibile grazie a una collaborazione efficace fra il commissario De Fino e l'amministrazione comunale di Amelia che ha saputo trovare una migliore alternativa alla precedente postazione che, inoltre, consentirà un miglioramento nell'erogazione delle attività di monitoraggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Morte dell’avvocato Proietti, è il giorno del dolore: l’abbraccio della città

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Riaperture domenicali per i negozi e il ritorno a scuola per le II e III medie. L'ordinanza della presidente Tesei

  • Tragedia ad Amelia, ritrovato corpo senza vita di un giovanissimo. Indagano i carabinieri

  • Morte Proietti, l’abbraccio dei colleghi: adunata davanti al tribunale di Terni.

Torna su
TerniToday è in caricamento