menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche la filiale Cro di Alviano a rischio chiusura. Nicchi (Lega): "Bisogna scongiurare che questo avvenga"

Dopo le prime chiusure già avvenute in provincia, la filiale della Cassa di risparmio di Orvieto potrebbe scomparire anche da Alviano. Il consigliere regionale leghista, Daniele Nicchi, in prima linea per evitare il peggio

C'è il rischio dell'effetto domino. Una ad una le filiali della Cassa di risparmio di Orvieto disseminate su tutto il territorio provinciale, stanno chiudendo i battenti dopo l'avvio del programma di ristrutturazione dell'istituto bancario. Già nei comuni di Porano, Alviano, Montecchio, ma anche a Orvieto centro e Piediluco, la Cro ha abbandonato i suoi clienti, in particolare gli over 60 assidui e fedeli correntisti dell'istituto.

Nicchi cartelle-3Come detto, anche ad Alviano si paventa la chiusura dell'unico sportello bancario del paese. Una evenienza che l'attuale consigliere leghista ed ex sindaco di Attigliano, Daniele Nicchi, vuole scongiurare in ogni forma. Come dichiarato al quotidiano La Nazione, Nicchi intende "mettere in campo tutte le iniziative possibili per scongiurare la chiusura della filiale della Cassa di risparmio di Orvieto". Una chiusura che potrebbe avere, secondo l'ex sindaco, "ripercussioni sul territorio amerino. A quanto pare - osserva - anche il comune dell’amerino sarebbe interessato dai ridimensionamenti in atto a causa del nuovo piano industriale della Banca popolare di Bari controllata da Mediocredito centrale e, di conseguenza, della controllata Cassa di risparmio di Orvieto".

"Una politica di tagli – prosegue nella nota pubblicata su La Nazione – che mina pericolosamente la presenza di servizi essenziali alla cittadinanza". Per Nicchi si tratta di "un problema particolarmente sentito nei piccoli comuni, dove la popolazione è composta principalmente da persone anziane che vedono la banca come punto di riferimento per ritirare la pensione e pagare le bollette e non hanno troppa familiarità con i servizi digitali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento