Provincia TerniToday

Baschi, il sindaco Bernardini "la spunta". Individuate altre sedi per i seggi elettorali del 20 e 21 settembre

Inisieme ai tecnici del comune sono state individuate alcune postazioni alternative per l'esercizio del diritto di voto. Ora si attende solo l'ok della commissione elettorale.

Il sindaco di Baschi, Damiano Bernardini, è arrivato fino in fondo per evitare che i seggi elettorali vengano installati negli edifici scolastici. Insieme ai tecnici del comune ha individuato postazioni alternative per l’esercizio del voto. “Tale variazione –spiega Bernardini in una nota - è stata trasmessa alla competente commissione elettorale circondariale che dovrà esprimere il proprio parere. Ora più che mai – aggiunge il sindaco - vogliamo dimostrare con azioni concrete la nostra attenzione nei confronti della scuola, delle famiglie e soprattutto degli studenti che hanno già pagato un prezzo molto alto”.

Bernardini fa poi notare come l'avvio di questo anno scolastico, già particolarmente complesso a causa dall'emergenza sanitaria, rischia di essere ulteriormente compromesso dallo svolgimento della consultazione elettorale. “L'allestimento dei seggi negli istituti scolastici, come da consuetudine – spiega il primo cittadino - comporterebbe infatti un’interruzione dell'attività didattica per almeno tre o quattro giorni, dopo una sola settimana di lezione. Il nostro istituto comprensivo Orvieto-Baschi ha ampiamente analizzato ed evidenziato le criticità prodotte da tale circostanza anche attraverso l'adozione di una formale delibera di consiglio di istituto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una condizione di difficoltà che, evidentemente, condivisa dalle altre amministrazioni del territorio: "Insieme agli altri enti locali abbiamo ripetutamente evidenziato la criticità di questo calendario arrivando a chiedere di valutare la possibilità di posticipare l'apertura delle scuole dopo lo svolgimento del referendum confermativo. Ad oggi – sottolinea Bernardini - nessuna soluzione ragionevole sembra essere emersa in tal senso. Per tali ragioni, abbiamo deliberato l'individuazione di sedi alternative per tutti i seggi del comune di Baschi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Incidente sul raccordo, mezzo pesante si ribalta e viene tamponato: autotrasportatore in rianimazione

  • Turismo, Terni fa il pieno e incassa l’oscar di Volagratis: è la prima tra le dieci mete emergenti del 2020

  • Mercatino di Natale a Terni. Cambia la location dopo le polemiche dello scorso anno: “Via libera a 60 mila euro per gli eventi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento