Provincia TerniToday

Bocconi avvelenati destinati agli animali. Scattano l’ordinanza ed i controlli a tappeto nel ternano

Il provvedimento è stato adottato dal primo cittadino di San Gemini Luciano Clementella con il quale stabilisce una serie di comportamenti obbligatori da tenere

foto di repertorio

Il sindaco di San Gemini Luciano Clementella, ha adottato un’ordinanza con la quale stabilisce una serie di comportamenti obbligatori, in riferimento alla sospetta presenza di esche o bocconi avvelenati, destinati agli animali in località Valleantica. La decisione del sindaco è susseguente alle segnalazioni e agli allarmi lanciati - nei giorni scorsi - proprio in riferimento ad alcune situazioni sospette nella zona.

Nell’ordinanza Clementella vieta di lasciare uscire animali senza controllo. Inoltre chiede che: "Chiunque rinvenga un animale morto, o materiale che si sospetti possa essere veicolo di sostanze tossiche o nocive, deve evitarne il contatto diretto ed avvisare subito gli organi di polizia”.

Sempre nello stesso atto il sindaco dispone anche l’intensificazione dei controlli nella zona di Valleantica ricorrendo al supporto delle guardie giurate in servizio con il Wwf di Terni. Le aree di Valleantica interessate dal problema saranno debitamente segnalate e circoscritte con appositi cartelli i quali potranno essere rimossi dopo le adeguate operazioni di bonifica.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento