Provincia TerniToday

Centrale biometano a Vascigliano: “Situazione estremamente complicata da risolvere”

Il gruppo consiliare di Prima Stroncone sulle notizie in arrivo dalla regione: “Cercheremo di organizzare a breve un incontro”

Stroncone (repertorio)

Sono trascorsi oltre due mesi dalla seduta del consiglio comunale, tenutosi a Stroncone, dove maggioranza ed opposizione votarono compatte, rigettando l’ipotesi di costruire una centrale a biometano nella zona di Vascigliano. Era il 13 novembre 2019 quando venne sottoscritto un documento congiunto, firmato all’unanimità, indirizzato a Donatella Tesei, governatrice della regione.

A distanza di settantatré giorni dalla plenaria ancora, quantomeno ufficialmente, non è stata diffusa alcuna notizia sulla relazione compilata dagli uffici preposti, anche se, dalle prime indiscrezioni trapelate potrebbero esserci delle novità a breve termine. All’interno dei pareri emessi si evidenzierebbero infatti alcuni aspetti preponderanti sui quali l’amministrazione aveva posto l'attenzione. Tra questi la distinzione tra impianto di produzione a biometano non assimilabile né per tipologia e né per finalità ad un impianto di produzione di energia elettrica alimentato da biomasse ed il focus sull’idoneità delle aree di progetto e la presenza di centri abitati in prossimità dello stesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Torneremo ad affrontare l’annosa questione della centrale a biogas – sottolineano in un comunicato i consiglieri di Prima Stroncone - che in questi ultimi tempi sembra coperta da un imbarazzante silenzio dopo mesi di riflettori accesi. Abbiamo notizie, in fase di verifica, che l’ufficio della regione, che si occupa della questione centrale di Vascigliano, possa aver smontato punto per punto tutta la relazione che era stata sottoscritta da tutto il consiglio comunale di Stroncone contro la costruzione della centrale. Stiamo verificando le notizie, ma se ciò fosse vero ci troviamo davanti ad una situazione estremamente complicata e difficile da risolvere, proprio per questo cercheremo di organizzare a breve un ‘incontro in Regione per capire la situazione reale. Ovviamente terremo tutta la cittadinanza informata in tempo reale”. In programma, tra le iniziative, una distribuzione di flyer per sensibilizzare i cittadini sugli ultime vicissitudini relative alla centrale di biometano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Donna trans accoltellata di notte nella sua abitazione in via Battisti. Ricoverata al Santa Maria

  • Una gita a Terni che è valsa due multe in un minuto. L'indignazione di un turista: "Mi appellerò al prefetto"

  • Valigie di droga dal Pakistan a Terni. Decapitata la cupola dei signori dell'eroina

  • Trecento posti di lavoro ma anche una nuova clinica privata: ecco il nuovo Liberati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento