Domenica, 13 Giugno 2021
Provincia Terni

Coronavirus, caos a Montefranco. Taccalozzi: “Ridotto l’orario dell’ufficio Poste. Code, assembramenti e pericoli”

Il primo cittadino: “L'ufficio postale continua ad osservare un orario di apertura notevolmente ridotto, incompatibile con le esigenze di una popolazione di età molto avanzata”

foto di repertorio

Una serie di segnalazioni, ricevute dai propri concittadini, le quali fanno seguito alla decisione – da parte di Poste Italiane - di ridurre l’orario di ufficio di Poste Italiane. Il primo cittadino di Montefranco Rachele Taccalozzi evidenzia cosa sta accadendo all’interno del proprio comune, esponendo tutte le proprie preoccupazioni.

“A partire dal mese di aprile scorso Poste Italiane ha deciso, in modo unilaterale, di modificare l'orario di apertura di numerosi uffici postali allo scopo - dichiarato - di ridurre il rischio di contagio da Coronavirus. La decisione è stata accolta con grande senso di responsabilità dalle comunità e dalle amministrazioni comunali interessate”. Il sindaco aggiunge: “L'ufficio postale di Montefranco continua ad osservare un orario di apertura notevolmente ridotto, incompatibile con le esigenze di una popolazione di età molto avanzata che ricorre ai servizi di Poste Italiane quotidianamente. L’attuale recrudescenza della pandemia crea ulteriori, gravi preoccupazioni legate alla salute di tutti gli utenti”.

Il collocamento e le criticità: “Tale plesso affaccia sulla SP Arronese. Gli utenti sono costretti a lunghe attese sulla strada, esposti al pericolo del traffico e soprattutto alle intemperie. E’ superfluo ribadire quanto sia importante tutelare la salute delle persone anziane ed evitare occasioni di contagio e l’insorgenza di infezioni respiratorie. Appare paradossale – afferma Taccalozzi - ridurre l’orario di apertura dell’ufficio postale per evitare assembramenti che di fatto si verificano, e in misura maggiore, sulla strada, nelle lunghe ore in attesa del proprio turno”. 

“I residenti esasperati minacciano azioni di protesta, e si rivolgono agli uffici comunali e agli amministratori per avere supporto. Purtroppo – conclude il primo cittadino - nonostante i solleciti e le richieste inviate dal Sindaco, poste italiane non ha ancora ripristinato l'orario di apertura su sei giorni, continua a sostenere che si tratta di una situazione temporanea e gli anziani di Montefranco continuano ad aspettare al freddo, sulla strada”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, caos a Montefranco. Taccalozzi: “Ridotto l’orario dell’ufficio Poste. Code, assembramenti e pericoli”

TerniToday è in caricamento