menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amelia, le suore di clausura realizzano le mascherine anti-virus

Le monache del convento di San Magno al lavoro assieme a 21 giovani sarte. L’assessore Proietti Scorsoni: ne sarà consegnata una per ogni nucleo familiare

Ora et labora. E proprio al lavoro per realizzare le mascherine anti-virus ci sono anche le suore del monastero benedettino di San Magno di Amelia. Assieme alle monache si stanno dando da fare anche 21 giovani sarte di Amelia, Collicello, Frattuccia e Sambucetole. “Questo straordinario lavoro – spiega l’assessore del Comune di Amelia, Avio Proietti Scorsoni – è naturalmente supportato da generosi donatori di stoffe, elastici, etichette e tessuto non tessuto”.

suore san magno-2L’obiettivo è, almeno per ora, realizzare duemila mascherine di cui mille sono già pronte. La distribuzione delle prime mascherine è iniziata lo scorso fine settimana nelle frazioni di Porchiano, Macchie, Montecampano e Foce. Questa settimana proseguirà con Fornole, Sambucetole e Collicello, poi seguirà Amelia capoluogo.

Il Comune di Amelia ha affidato il compito della distribuzione a pro loco, contrade del Palio dei Colombi e varie associazioni cittadine. “Le mascherine – fa sapere sempre l’assessore Proietti Scorsoni - saranno consegnate tutte all'interno di un sacchetto di nailon al cui interno vi saranno anche due filtrini in tnt”.

“Stante l’elevato numero di famiglie, esattamente 5.382 – informa l’assessore - in questa prima fase sarà consegnata una mascherina per ogni nucleo. Sarà poi nostra cura, qualora venissimo in possesso di ulteriori dispositivi, di proseguire la distribuzione, nell’auspicio che nel frattempo si possa normalizzare la reperibilità dei dispositivi sul mercato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento