menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiese inagibili, si iniziano i lavori per il recupero dopo il terremoto del 2016

L'ordinanza: "la celere riapertura di un luogo di culto concorre ad agevolare l’avvio degli interventi di ricostruzione, contribuendo al riconsolidamento dell’aggregato sociale"

Si avvia la fase del recupero e della seguente riapertura delle 5 chiese della diocesi di Terni - Narni - Amelia rese inagibili dai terremoti del 24, del 26 e del 30 ottobre del 2016. Questi interventi sono previsti e regolati dalle ordinanze n. 23/2017 e n. 32/2017  - “Messa in sicurezza delle chiese danneggiate dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016 con interventi finalizzati a garantire la continuità dell’esercizio del culto” - del commissario del governo per la ricostruzione.

Si legge nei suddetti testi: "a seguito degli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016, la quasi totalità delle chiese situate nei territori dell’Italia centrale interessati dal terremoto è stata dichiarata inagibile con ordinanze sindacali, e pertanto l’esercizio del culto nei predetti territori risulta sostanzialmente precluso, con ciò producendosi un ulteriore aggravamento delle condizioni di vita delle popolazioni colpite, anche in ragione del particolare significato e del riferimento identitario che molti degli edifici in questione rivestono nel tessuto sociale delle comunità locali; …la celere riapertura di un luogo di culto concorre ad agevolare l’avvio degli interventi di ricostruzione, contribuendo al riconsolidamento dell’aggregato sociale e del tessuto di comunità in tempi rapidi".

I soldi per il recupero di queste chiese sono parte dei fondi nazionali gestiti dal commissario del governo e trasferiti nella contabilità speciale intestata alla presidente delle Regione, vicecommissario per la ricostruzione in Umbria.

Le chiese e i relativi finanziamenti:

  1. Chiesa di S.Maria della Neve in Penna in Teverina: 389.346,79 euro.
  2. Chiesa dei Santi Pietro e Cesareo in Guardea: 164.157,69 euro.
  3. Chiesa di S. Maria Assunta in Cielo di Alviano: 354.668,39 euro.
  4. Chiesa di S. Maria della Cerqua loc. La Quercia di Narni: 54.139,76 euro.
  5. Chiesa di S.Pietro Apostolo in Aguzzo: 185.358,56 euro.

L’ufficio tecnico della Diocesi di Terni-Narni-Amelia, ha espletato tutte le procedure per l’invito alla gara d’appalto; il 7 e l’8 agosto prossimi verranno aperte le gare e assegnati i lavori, che inizieranno, presumibilmente, nel mese di settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento