Provincia TerniToday

Sconti sulle bollette e affitti ‘leggeri’, Amelia dichiara guerra alla povertà

Le iniziative dell’assessorato alle politiche famigliari per “sostenere i nuclei famigliari con le maggiori difficoltà economiche e sociali”. I requisiti e le modalità per accedere alle agevolazioni

Porta Romana ad Amelia

Agevolazioni per il pagamento della bolletta dei rifiuti e appartamenti a canone agevolato. Sono le due iniziative più importanti messe in campo dall’amministrazione comunale di Amelia – assessorato alle politiche sociali – per contrastare la povertà.

“Un fenomeno allarmante – dice l’assessore Antonella Sensini – e che sta emergendo in modo dirompente”.

La prima iniziativa fa riferimento alle agevolazioni per il pagamento della Tari. “Per coloro che hanno un Isee uguale o inferiore a 7.500 euro – spiega Sensini - il Comune ha messo a disposizione 10.000 euro complessivi per poter ridurre del 50% la bolletta dei nuclei familiari che ne faranno domanda, partecipando al relativo bando. Chi è in possesso dei requisiti necessari – aggiunge - dovrà presentare la domanda di accesso all'agevolazione entro 31 luglio 2018. Il modulo di domanda è reperibile presso i nostri uffici comunali, presso l’ufficio di cittadinanza, nonché scaricabile dal sito del Comune di Amelia (www.comune.amelia.tr.it)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La seconda iniziativa riguarda l’accesso all’edilizia a canone agevolato. Entro il 10 agosto, infatti, sarà possibile presentare le domande per accedere agli appartamenti a canone agevolato del complesso di Sant’Agostino. “Attraverso i fondi del Puc 2 – specifica l’assessore - sono stati ristrutturati 9 appartamenti di piccolo taglio (tra i 30 metri ed i 77 metri quadri) muniti di ascensore per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il bando è rivolto a tutti coloro che hanno un reddito convenzionale superiore ai 4.000 euro, prevedendo punteggi aggiuntivi per i nuclei familiari mono genitoriali, per gli anziani che hanno superato i 70 anni, le persone con disabilità o i giovani che intendono lasciare il nucleo familiare d’origine o rinunciare alla casa popolare e per coloro che hanno una anzianità di residenza. Siamo certi che, nonostante le ingenti difficoltà economiche delle finanze comunali – conclude l’assessore - anche con questi provvedimenti si possa ripensare a una amministrazione e una società maggiormente inclusiva, che si prende la responsabilità di non lasciare indietro coloro che vivono in un evidente stato di vulnerabilità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento