menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
san gemini

san gemini

San Gemini, festa post elezioni: “Se organizzata dall'amministrazione legittimo con i soldi pubblici?”

Il gruppo di minoranza San Gemini Bene Comune chiede chiarezza sull’evento in programma stasera organizzato da ‘CambiAmo San Gemini”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del gruppo di minoranza San Gemini Bene Comune a seguito dell’evento organizzato stasera nella cittadina delle acque minerali:

“Facciamo un po’ di chiarezza”

Solo qualche giorno fa, per mezzo social, i cittadini hanno appreso tramite una locandina la notizia di una festa della vittoria alle elezioni della lista Politica “CambiAmo San Gemini”. Giustamente, la locandina riporta esclusivamente il logo della lista e non vi è traccia di quello del Comune, come a dire che la festa sarà espressamente organizzata solo per ringraziare chi li ha sostenuti e votati. La locandina spazza via, così, ogni lecito dubbio sulla finalità o l’organizzazione di quest’ultima.

Lo scorso 11 luglio è spuntata una determina all’albo pretorio del Comune di San Gemini in riferimento proprio all’evento odierno, dove, con estremo stupore, leggiamo che a chiedere i permessi per questa festa e soprattutto ad organizzare questa festa è l’Amministrazione Comunale stessa.

Per dovere, abbiamo già provveduto a richiedere l’accesso agli atti per approfondimenti relativi a chi si occuperà della parte burocratica, chi pagherà questa festa e in che modo ne è stata formalizzata la procedura. A questo punto restiamo in vibrante attesa che la documentazione richiesta venga consegnata nei tempi dovuti, come definito dalla legge.

In attesa di chiarezza, alcune domande ci sorgono spontanee: ci chiediamo se per il sindaco sia un atto dovuto organizzare un evento a nome di tutti i cittadini e pubblicizzarlo contestualmente come un evento della propria lista politica. È davvero congruente il tutto? È davvero moralmente corretto? Se è l’Amministrazione Comunale che organizza l’evento, è legittimo che con soldi pubblici - quindi soldi di tutti i cittadini - si organizzi una festa per una parte di essi, cioè quelli che li hanno votati?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento