Provincia TerniToday

Giostra dell’Arme a San Gemini: “Incertezza e preoccupazione. Occorrono risposte chiare ed una concreta presa di posizione”

L’associazione San Gemini bene comune chiede un intervento chiarificatore all’assessore Soli: “Fare chiarezza ed aprire un dibattito”

foto di repertorio

Una grande festa capace di coinvolgere migliaia di persone all’insegna della storia, tradizione, cultura e spettacolo. La 47° edizione della Giostra dell’Arme potrebbe però slittare, essere annullata per quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria. Non ci sono comunicati ufficiali a proposito per un delle manifestazioni più sentite e coinvolgenti di tutto il territorio. L’associazione San Gemini bene comune chiede un intervento chiarificatore all’assessore Soli per capire se ci sono – o meno – i margini per poter essere proposta.

“Da diversi giorni molti cittadini ci sollevano delle preoccupazioni legate all’incertezza relativa alla 47esima giostra dell'arme. Da settimane, a fronte dei comunicati ufficiale dei Rioni Rocca e Piazza e del gruppo Sbandieratori, che parlano di una bozza di programma e di volontà dell'ente giostra di fare la festa, tutto il resto tace dando alito solo a “chiacchiericcio”.

“Questo è evidentemente motivo di incertezza e preoccupazione per i cittadini – affermano dall’associazione -  che da sempre sono parte attiva di questa festa. Se gli anni passati, relativamente a questo tema, ci siamo trovati davanti ai grandi dubbi della gestione viabilità e sicurezza, oggi, purtroppo, il momento storico impone di affiancare a questi temi già noti il grande tema “salute pubblica”.

Una presa di posizione forte

“Crediamo che l’obiettivo principale che l’amministrazione comunale debba avere sia quello, responsabile, di adoperarsi per ridurre al minimo la possibilità di un nuovo significativo focolaio per tutelare la salute della comunità e in particolare a quella dei soggetti più deboli e scongiurare un nuovo lock down che potrebbe avere ripercussioni economiche gravi. Riteniamo dunque che quest’anno, più di ogni altro anno, sia fondamentale una tempestiva e concreta presa di posizione della massima autorità in materia ovvero l’assessore all’ente giostra.

Crediamo che i tempi ormai strettissimi e i temi ampi e di grande importanza non possano più sposarsi con il “classico” silenzio che l’assessore ha deciso di tenere in questa fase, ma esigano una responsabilità e linee guida chiare”.

L’associazione si pone dei quesiti: “Concludiamo quindi chiedendo all’assessore Soli risposte immediate e concrete. Ci sono oggi le condizioni per fare una festa? Se si, con che modalità si intende svolgerla? Come si gestirà la viabilità e l’afflusso di persone? Crediamo che sia doveroso nei confronti di tutti quelli che hanno a cuore la Giostra dell'Arme fare chiarezza ed aprire un dibattito che possa coinvolgere in maniera democratica tutta la cittadinanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

Torna su
TerniToday è in caricamento