Provincia Terni

Stroncone, bagarre sulla presenza dei migranti: “Numeri eccessivi”. Malvetani: “Colloqui continui con le forze dell’ordine”

Il primo cittadino ha risposto all’interrogazione presentata dai consiglieri di ‘Prima Stroncone’ sulla presenza dei migranti all’interno del territorio

“La situazione è sotto controllo ed i colloqui con la Prefettura e le forze dell’ordine sono continui”. Il primo cittadino di Stroncone Giuseppe Malvetani ha risposto, mediante forma scritta, all’interrogazione presentata dai consiglieri di ‘Prima Stroncone’. Quest’ultimi chiedevano delucidazioni sulla presenza dei migranti nel territorio, ricordando come la ripartizione dei richiedenti asilo debba rientrare nel perimetro dei 2,5 per ogni mille abitanti. Inoltre segnalando che, nelle ultime settimane, sarebbero arrivati diversi profughi: “In un periodo di restrizioni, causa Covid 19, e senza che ne fosse giunta comunicazione alcuna”.

Come si evince nel documento l’amministrazione, si era già adoperata per avere le necessarie garanzie che tutti i migranti in arrivo fossero stati sottoposti a visita medica e tampone. Inoltre, anche a seguito di quanto accaduto a Gualdo Cattaneo dove poco l’arrivo diversi migranti si sono resi irreperibili, è stato espressamente richiesto dei maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. Alla data del 3 luglio nei centri di accoglienza straordinaria le persone accolte erano: dieci donne e tre minori (arrivati dal 2016 al 2019). Inoltre trentasei uomini giunti rispettivamente il 16 e 26 maggio accolti nelle strutture gestite dall’associazione Arci solidarietà. I cittadini, trattandosi di richiedenti asilo, sono in possesso del permesso di soggiorno per la medesima fattispecie.

I dubbi di Prima Stroncone

“I dubbi sulla gestione di questa situazione, dal nostro punto di vista, sono discutibili anche se gestiti dalla prefettura. Inoltre non fanno che aumentare le preoccupazioni visto che il numero di profughi presenti sul territorio, sempre dal nostro punto di vista, è eccessivo rispetto a quanto potrebbe gestire un territorio come il nostro. Pertanto – affermano i consiglieri - ci attiveremo sin da subito per dimostrare con chi di dovere la nostra preoccupazione per la situazione, soprattutto viste anche le ultime notizie provenienti dai comuni limitrofi. Siamo convinti – chiosano - che anche da parte della maggioranza stesso ci sarà la massima collaborazione e volontà di rendere il nostro territorio sicuro e non certo un centro raccolta senza regole, gestito da chi di tale problematica ne ha fatto business”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncone, bagarre sulla presenza dei migranti: “Numeri eccessivi”. Malvetani: “Colloqui continui con le forze dell’ordine”

TerniToday è in caricamento