Provincia Terni

"Vogliamo essere vicini alle fasce più deboli". Il comune di Amelia sigla un protocollo di intesa con i sindacati

Fra le priorità dell'accordo i vaccini, la situazione del nuovo ospedale comprensoriale, il monitoraggio dei progetti del recovery fund che interesseranno la città, i servizi per le famiglie e anziani

Un protocollo d'intesa fra comune e sigle sindacali per orientare le iniziative dell'amministrazione verso le reali necessità dei cittadini, con particolare riguardo nei confronti delle fasce più vulnerabili. Ecco il senso dell'accordo firmato dal sindaco di Amelia, Laura Pernazza, con i rapprensentanti sindacali Sergio Salepicco e Sauro Carboni (Spi-Cgil), Mauro Fortunati (Uilp-Uil), Flavio Confaloni e Ilio Carlini (Fnp-Cisl). "La concertazione sociale - sottolineano Laura Pernazza, l'assessore al sociale Antonella Sensini e i rappresentanti dei sindacati - è uno strumento essenziale che l'emergenza da covid-19 non ci ha sottratto", rivendicando l'importanza e la necessità da parte dell'amministrazione di assumersi l'impegno a favore dei più deboli. 

In cosa consiste l'accordo

Fra le priorità dell'accordo, una politica tariffaria che favorisca le famiglie che usufruiscono dei servizi a domanda individuale, il monitoraggio del passaggio alla nuova tassa per i rifiuti Taric e i relativi costi, la riapertura degli uffici territoriali dell'Inps e dell'Agenzia delle entrate-riscossione. Ma non solo: nel patto si richiama a una costante attenzione sulla situazione sanitaria del piano di vaccinazione, un focus sui passaggi relativi alla costruzione del nuovo ospedale comprensoriale e un'attenzione specifica sulla possibiltà di ricevere finanziamenti dal recovery fund che interessino la città. Un'attenzione a tutto tondo per riportare in equilibrio le disparità economiche e sociali accentuate a seguito della pandemia.

"Con i pacchi alimentari - osserva l'assessore al sociale Sensini - abbiamo raggiunto 3mila beneficiari ed erogato 150mila euro di buoni spesa". Inoltre, spiega ancora Sensini, sono stati assegnati anche dei contributi per il pagamento delle bollette e per fare fronte a quote di canoni di affitto per un totale di 20mila euro. "Sono stati consegnati - aggiunge Sensini - anche farmaci e spesa agli anziani e alle categorie più fragili. Infine - conclude l'assessore al sociale - grazie alla collaborazione con la Comunità Incontro è stata effettuata una campagna di tamponi per i cittadini che lavorano a contatto con il pubblico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vogliamo essere vicini alle fasce più deboli". Il comune di Amelia sigla un protocollo di intesa con i sindacati

TerniToday è in caricamento