rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
zone San Venanzo

Dopo Narni anche San Venanzo spinge sul Reddito di cittadinanza: "Lavori socialmente utili"

La decisione del sindaco Marinelli che segue quella del primo cittadino De Rebotti: "Tre progetti in programma"

Dopo Narni anche a San Venanzo chi percepisce il reddito di cittadinanza sarà utilizzato in lavori di pubblica utilità. Lo rende noto il sindaco, Marsilio Marinelli, che ha annunciato la predisposizione, da parte del Comune, di tre progetti specifici. “Le iniziative – spiega Marinelli - si inseriscono nell'ambito dei Puc (Progetti di utilità alla collettività) - come prevede la legge. I soggetti beneficiari del reddito di cittadinanza infatti offriranno la loro attività a favore della comunità dove risiedono”.

Due di questi progetti, riferisce sempre il sindaco, sono in fase di definizione, mentre un terzo è già stato avviato. Si tratta di un’attività denominata "Mi prendo cura di San Venanzo" e riguarda l’esecuzione di lavori di piccola manutenzione ambientale e del verde pubblico. “Un'occasione, questa – conclude Marinelli - di importante inclusione sociale e crescita, sia per i beneficiari del reddito che per l'intera comunità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Narni anche San Venanzo spinge sul Reddito di cittadinanza: "Lavori socialmente utili"

TerniToday è in caricamento