Elezioni regionali, il centrodestra mostra i muscoli: Salvini, Berlusconi e Meloni sullo stesso palco in Umbria

I tre big verso la presenza a Perugia il 17 ottobre quando le associazioni prolife presenteranno il “Manifesto dei valori”. Sondaggi, tra Tesei e Bianconi spunta l’incognita di Claudio Ricci

Il voto in Umbria assume sempre più un profilo politico piuttosto che “semplicemente” amministrativo. Sulla bilancia delle urne peseranno, infatti, non solo il futuro della Regione ma anche la solidità – e il valore – del “patto civico” tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle e dunque la capacità del centrodestra di trasformare in consenso il malcontento, e i numeri, del Parlamento.

Lega, Fd’I e Forza Italia in Umbria si giocano molto. Ed è anche per questo che dal cuore verde d’Italia si punta a lanciare un messaggio di unità a resto del Paese. Messaggio che diventerà concreto il prossimo 17 ottobre quando dalla sala Capitini di Perugia i tre leader del centrodestra – Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi - si dovrebbero ritrovare assieme sullo stesso palco.

Occasione sarà la presentazione del Manifesto dei valori delle associazioni “prolife” dell’Umbria (in testa, il Comitato difendiamo i nostri figli e l’Associazione famiglie numerose) che nei giorni scorsi è stato inviato a tutti i candidati presidente in vista delle regionali ai quali è stato poi chiesto di sottoscrivere questo accordo che parla di valorizzazione della famigli naturale, di tutela della vita e di priorità educativa.

Sul palco del Capitini ci sarà Massimo Gandolfini, presidente del Dnf, oltre a tecnici ed esperti che illustreranno i contenuti del manifesto. L’appuntamento è per le 18 del pomeriggio.

Nel caso in cui la presenza dei tre leader dovesse essere confermata, il voto umbro acquisirebbe adunque un maggior rilievo nazionale non solo per “pesare” la forza del centrodestra unito ma anche come “stress test” per l’alleanza dem-5 stelle anche e soprattutto alla luce dei numeri che escono dagli ultimi sondaggi.

In ordine di tempo, la rilevazione più recente è stata diffusa giovedì sera, 10 ottobre, dalla trasmissione televisiva Porta a Porta di Bruno Vespa ed è stata realizzata dall’agenzia di ricerca Noto Sondaggi.
Il vantaggio di Donatella Tesei, candidata del centrodestra, è valutato intorno all’8% con l’ex sindaco di Montefalco accreditata tra il 47 ed il 51%. Vincenzo Bianconi – Pd/5Stelle – oscilla tra il 39 ed il 43%. Fra i due “litiganti” chi potrebbe davvero “godere” è Claudio Ricci che oscilla tra il 5,5 ed il 7,5% e che andrebbe potenzialmente a pescare sia fra gli elettori di centrodestra che fra alcune frange di scontenti del Movimento. Il dato che sembra costante in tutti i sondaggi fino ad ora pubblicati, è quello relativo alla platea degli indecisi che continua a restare ancora attorno a quota 30%. Un bel “cesto” di preferenze dal quale andare ad attingere.  

     

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Samanta Togni presenta il nuovo fidanzato: "Ci siamo conosciuti per caso sul treno"

  • Scomparso da quasi un anno, ritrovato su un treno a Pisa. I poliziotti: era smarrito e confuso

  • Incidente stradale, uomo estratto dalle lamiere dopo impatto a tre

  • Incidente stradale, moto contro furgone: schianto terribile, ternano trasferito d’urgenza all’ospedale di Firenze

  • Nuova gestione per un locale storico della movida ternana

  • Alcantara, sessanta dipendenti a rischio mancata riconferma: “Seriamente preoccupati”

Torna su
TerniToday è in caricamento