Giunta Latini, l’altra faccia della medaglia: “Scivoloni più che cambi di passo”

Pd, Terni Immagina e Senso Civico all’attacco su Cascata delle Marmore, teatro Verdi e ordinanze "da sceriffo": "I ternani li hanno votati per fare, non per parlare e lagnarsi”

Un momento della conferenza stampa di ieri

Suona il contraltare della giunta Latini. Alla conferenza stampa di festeggiamento dei primi sei mesi in città della nuova amministrazione rispondono a tono i gruppi Pd, Terni Immagini e Senso Civico: “Quali cambi di passo – attaccano in una nota congiunta – questi primi mesi sono stati piuttosto caratterizzati da inciampi amministrativi, scivoloni, inconcludenza, dimostrando incapacità e pochezza politica”.

Sei mesi di Lega a Terni, Latini: “Ecco il nostro cambiamento”

E così, dopo l’incontro di ieri durato più di due ore dove il sindaco e i suoi assessori hanno messo in luce le cose positive fatte finora, arriva oggi il risvolto della medaglia. “Nessuno vuole sminuire gli errori dell’ultima amministrazione comunale – continuano i gruppi d’opposizione – ma l’attuale non può continuare a nascondersi dietro il pianto sul passato, non può continuare a parlare di macerie e devastazioni. I ternani li hanno votati per fare, non per parlare e lagnarsi”.

A proposito dei nuovi probelmi…

Il conto sugli errori e sulle cose da fare è preciso e puntuale, a partire dalla “totale assenza di una visione del futuro della città” sui temi dello sviluppo, del lavoro, della salvaguardia ambientale, della mobilità alternativa e delle nuove opportunità per arrivare a “carenze ben più gravi”.

“È stata l’attuale amministrazione ad annullare la procedura che aveva portato all’individuazione di un soggetto privato che si sarebbe fatto quasi totalmente carico delle spese per la realizzazione del palasport”. Ma non solo: “È l’attuale amministrazione che sta portando al collasso le aziende municipalizzate, impegnata come è in un braccio di ferro improduttivo con gli amministratori che le guidano. È l’attuale assessore alle Partecipate che ha chiesto e ottenuto riduzioni di personale e quindi di occupati”.

Per non parlare della Cascata delle Marmore, ultima – per ordine cronologico – nota dolente: “La situazione che si è determinata alla Cascata rischia di produrre danni al sistema turismo che richiederanno anni per essere superati – proseguono Pd, Terni Immagini e Senso Civico – il malcontento dei turisti che nel mese di gennaio o non sono riusciti ad accedere o che hanno dovuto fare i conti con servizi interni alla Cascata annullati senza avviso è divenuto un passa parola nazionale”.

…e di quelli vecchi mai risolti

Un passaggio d’obbligo anche su quello che fu il teatro cittadino: “Sul Verdi è stato l’attuale assessore ai Lavori Pubblici a far cadere tutto il lavoro fatto dal suo predecessore – aggiungono – che era riuscito a costruire un quadro finanziario credibile e una procedura di progettazione internazionale che avrebbe sicuramente portato all’apertura del cantiere”.

“Ora invece non esiste nessuna direzione e percorso, altro non si è saputo fare che riaprire il dibattito sul tipo di teatro, registrando la defezione definitiva della Fondazione Carit, una risorsa economica e progettuale fondamentale”.

Le ordinanze “da sceriffi”

Per i gruppi del Pd, Terni Immagina e Senso Civico, “l’intento di queste ordinanze improbabili da sceriffi è solo quello distrarre i ternani dai veri problemi, di mostrare i muscoli contro gli ultimi e gli emarginanti, palesando invece incapacità di interloquire con i potenti su temi fondamentali come quello del rispetto dell’ambiente e dell’occupazione”.

E aggiungono: “Criminalizzare i mendicanti, così come le biciclette e tutti quei ragazzi e ragazze che vivono la città come luogo di aggregazione e di sport, è una dimostrazione di grettezza mentale, di chiusura totale”.

La memoria, in questo caso, è l’arma principale: “Resta ancora aperta la ferita inferta ad anni di battaglie per i diritti civili di ogni persona, con quella foto che ha inteso ironizzare su un crimine quale l'omofobia. Chiediamo ancora una volta alla amministrazione Latini un cambio di passo da se stessa, dai suoi intenti ideologici, dalla sua sete di rivalsa, dalla sua occupazione fine a se stessa del potere. Chiediamo di guardare alla città, di mostrare capacità di ascolto e di azione, dimostrandosi equa ed equilibrata, intenta a governare e non comandare”.

Galeotto il post su Facebook: "Tre omofobi a Terni"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Trasporto disabili, il Comune tira dritto. Scontro con le associazioni

  • Cronaca

    Da Campomicciolo a villaggio Pallotta, la mappa dei bocconi avvelenati. Enpa: ma servono denunce

  • Attualità

    L'ultimo saluto a Pompeo De Angelis: "La verità, la storia, la bellezza, non muoiono"

  • Attualità

    La città dell'acciaio fa un salto nel futuro: 40mila case connesse alla fibra ottica

I più letti della settimana

  • Cospea 2, come presentare il curriculum per il nuovo centro commerciale

  • Centro per l'impiego di Terni, sessantotto posti di lavoro per una selezione attiva

  • ASM Terni, procedura di assunzione aperta per nove contratti a tempo indeterminato

  • Faurecia, trasferimento in arrivo per quindici dipendenti a Koenig Metall

  • Cadavere in casa, arrivano polizia e vigili del fuoco

  • Detenuti tentano di fuggire dall’ospedale, le condizioni dei tre feriti

Torna su
TerniToday è in caricamento