Amministrative 2019, possibile una sola lista a Montecchio

Il primo cittadino uscente Federico Gori rilancia: "Stiamo ultimando gli ultimi dettagli per presentare il programma ai cittadini sulla scia di quello precedente"

foto tratta da facebook

Obiettivo continuità a Montecchio. Il primo cittadino uscente Federico Gori ha annunciato la volontà di ricandidarsi per portare a termine il suo programma: "Parte è già stato realizzato - sottolinea - ma stiamo cercando di capire come si potrà implementarlo e rinnovarlo". Confermata la lista 'Montecchio oltre', si lavora alla composizione.

Anche in questo caso il sindaco ha le idee piuttosto chiare: "Il 40% dei candidati consiglieri sarà lo stesso della precedente consiliatura. Il restante 60% tutto nuovo ed in via di definizione, permettendo anche un rinnovamento all'interno. Inoltre, al di là delle quote rosa, è fondamentale la rappresentanza femminile. Il nostro intento dal momento in cui ci siamo insediati - prosegue Gori - è rappresentare al meglio tutte le frazioni e le sensibilità del territorio".

La novità potrebbe essere rappresentata dall'assenza di una o più liste alternative: "Da una parte significherebbe che non si sente l'esigenza di anteporre un'idea diversa dalla nostra e che quindi, il lavoro fatto, ha sicuramente lasciato il segno. Dall'altra però mi auguro che alla fine ne venga presentata almeno una, come da tradizione, nel nostro comune". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento