Domenica, 17 Ottobre 2021
Aziende

Il postino suona sempre… più green: a Terni Poste Italiane rinnova i mezzi

In città il nuovo parco mezzi dell’azienda: si tratta di sedici tricicli totalmente elettrici che garantiscono zero emissioni inquinanti

È Terni la provincia più green della regione Umbria. Nei tre Centri di Distribuzione/Recapito presenti sul territorio, infatti, sono 16 i mezzi green che Poste Italiane mette a disposizione per il recapito della corrispondenza e dei pacchi con l’obiettivo di ridurre la propria impronta ambientale contribuendo alla transizione low-carbon dell’economia e dell’intero paese. Il piano di rinnovo della flotta aziendale, punto fermo del nuovo piano strategico ‘24 sustain innovate’ presentato dall’amministratore delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante, prevede una riduzione del 30% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2025 e nel 2030 il raggiungimento della Carbon Neutrality, cioè il bilanciamento tra le emissioni di gas serra generate e quelle riassorbite. Entro il 2024, inoltre, è prevista la totale sostituzione del parco veicoli di Poste Italiane per un totale di 26mila mezzi green.

Il piano prevede la sostituzione di mezzi endotermici con veicoli e motoveicoli elettrici di ultima generazione o a benzina a basse emissioni, garantendo minori consumi ed emissioni per chilometro.

Sono già 6 tricicli elettrici, 6 quadricicli elettrici e 4 tricicli a benzina a basse emissioni i mezzi a disposizione dei portalettere della provincia di Terni per la consegna della corrispondenza. I nuovi tricicli sono alimentati elettricamente al 100%, hanno una potenza di 4 kW che garantisce una velocità massima di 45km/h, in linea con i limiti imposti dal codice della strada nei centri abitati e sono dotati di un’autonomia energetica di circa 60 km, tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza giornaliera con una sola ricarica. La particolare conformazione del veicolo a tre ruote, inoltre, ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di uno speciale baule che aumenta la quantità di pacchi e lettere trasportabili: fino a 270 litri, contro i 76 dei motocicli tradizionali. Per ogni nuovo mezzo, inoltre, Poste Italiane metterà in funzione anche una nuova colonnina elettrica per la ricarica, confermando la volontà di garantire una maggiore sostenibilità ambientale su tutto il territorio e permettere una sempre maggiore diffusione della propria flotta elettrica su tutte le regioni italiane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il postino suona sempre… più green: a Terni Poste Italiane rinnova i mezzi

TerniToday è in caricamento