rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Benessere

“La malattia, alla sua origine, non è materiale”: dieci buoni motivi per usare i Fiori di Bach

Benessere, la rubrica di Simone Coglitore e la visione del dottor Edward Bach: “Non vi è una vera e propria guarigione senza cambio di orientamento della vita, senza pace nell’anima e senza la sensazione di felicità interiore

“La malattia, alla sua origine, non è materiale”: dieci buoni motivi per usare i Fiori di Bach

Benessere, la rubrica di Simone Coglitore e la visione del dottor Edward Bach: “Non vi è una vera e propria guarigione senza cambio di orientamento della vita, senza pace nell’anima e senza la sensazione di felicità interiore

In questo articolo della rubrica benessere olistico voglio condividere con te la visione del dottor Bach e il suo sistema di guarigione attraverso i rimedi floreali. Scopriamo le proprietà, i benefici dei Fiori di Bach e tutti i buoni motivi per tenerli sempre con sé.

La floriterapia rientra nella grande famiglia della medicina olistica e l’azione dei Fiori di Bach, se pur “sottile”, permette di lavorare in profondità sulle cause dei disagi emozionali, favorendo il benessere psicofisico ed emozionale dell’individuo.

La visione del dottor Bach

Edward-Bach-I-Pionieri-dellOmeopatia-1024x731-2Edward Bach nasce in Inghilterra nel 1886. Scienziato, mistico, veggente e canale energetico, abbandona tutto nel 1930 partendo per la sua avventura: la conoscenza. “Muore” lo scienziato e si consolida il “sensitivo” e “intuitivo” dottor Bach.

Il pensiero del Dr. Bach e il suo concetto di malattia

“I metodi materialistici attuali non arriveranno mai alla radice della malattia per il semplice fatto che la malattia, alla sua origine, non è materiale. Ciò che conosciamo della malattia è l’ultimo effetto prodotto nel corpo, la risultante delle forze che agiscono per lungo tempo e in profondità e anche se la sola terapia materiale è apparentemente coronata di successo, in realtà si tratta di un sollievo passeggero, se non si è eliminata la causa reale della malattia”.

“La malattia è, nella sua essenza, il risultato di un conflitto tra l’anima e la mente e il fare torto agli altri, perché ciò è un peccato contro l’Unità”.

“Qualunque sforzo diretto soltanto sul corpo non può che riparare superficialmente il danno causato dalla malattia, ma questa non è guarigione, poiché la causa è sempre operante e può in ogni momento manifestarsi sotto altra forma”.

Addirittura, il dottor Bach affermava che spesso un’apparente guarigione può essere nociva perché in tal modo non si andrà ad indagare più profondamente per ricercarne la causa reale.

Egli individua quali sono le principali emozioni e stati mentali negativi che sono la causa della malattia fisica: la paura, l’orgoglio, l’odio, l’egoismo, l’ignoranza, la crudeltà, l’instabilità, l’avidità, la solitudine, la depressione, la disperazione, la preoccupazione, etc. che sono considerati un peccato contro se stessi e contro l’Unità.

Questo suo pensiero lo portò a ricercare una nuova terapia energetica/vibrazionale che fosse in grado di lavorare sulle emozioni e sulla psiche per ristabilire l’armonia e l’ordine interiore, guarire gli stati d’animo negativi, sciogliere i blocchi energetici e trasformare i difetti nelle qualità opposte.

Questo metodo è il sistema dei Fiori di Bach che egli ricercò è mise a punto negli ultimi sei anni della sua vita.

Cosa sono i fiori di Bach

Nel ’34 il Dr. Bach scrive a proposito dei fiori:

Attraverso la loro alta vibrazione, determinati fiori, arbusti e alberi spontanei, appartenenti ad un ordine superiore, hanno il potere di aumentare le nostre vibrazioni umane e lasciare liberi i nostri canali ai messaggi della nostra anima, inondare la personalità con le virtù che ci sono necessarie e in questo modo lavare via i difetti del carattere che causano i nostri mali.

I fiori sono in grado di elevare la nostra personalità e di avviarci maggiormente alla nostra anima. In questo modo ci donano pace e ci liberano dalle sofferenze. Non guariscono attaccando in modo diretto la malattia, bensì riempiendo il nostro corpo con le belle vibrazioni del nostro Sé Superiore, alla presenza del quale la malattia si scioglie come neve al sole.

Non vi è una vera e propria guarigione senza cambio di orientamento della vita, senza pace nell’anima e senza la sensazione di felicità interiore”.

Il sistema dei Fiori di Bach comprende un totale di 38 fiori più una composizione, il Rescue Remedy, che è l’unica miscela creata direttamente dal Dr. Bach come rimedio per i casi urgenti.

I fiori vennero classificati dal Dr. Bach in 7 gruppi tematici:

• Paura: Mimulus, Aspen, Red Chestnut, Rock Rose, Cherry Plum

• Disperazione e lo scoraggiamento: Larch, Elm, Oak, Star of Bethelhem, Pine, Willow, Crab Apple, Sweet Chestnut

• Solitudine: Impatiens, Heather, Water Violet

• Incertezza: Wild Oat, Scleranthus, Cerato, Hornbeam, Gentian, Gorse

• Mancanza di interesse per il presente: Clematis, Honeysuckle, Wild Rose, Olive,White Chestnut, Mustard, Chestnut Bud

• Sensibilità alle idee e alle influenze degli altri: Agrimony, Centaury, Holly, Walnut

• Preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri: Chicory, Rock Water, Vervain, Beech, Vine

Dieci buoni motivi per usare i Fiori di Bach

Come molti, forse anche tu ti starai domandando se i Fiori di Bach funzionano veramente, cioè se possono aiutarti a risolvere le tue dinamiche interiori.

Ebbene la risposta è “SI” e voglio sottolineare tutti i buoni motivi per cui potresti usarli:

1. Assenza di controindicazioni: i fiori possono essere utilizzati da tutti: neonati, anziani, donne in gravidanza e malati di ogni tipo. La floriterapia è usata con successo anche sugli animali.

2. Assenza di effetti collaterali o secondari: i fiori operano in tutti i campi vibrazionali degli esseri viventi e non comportano i rischi dei medicinali allopatici e omeopatici.

3. Compatibilità con qualunque cura: agendo a livelli più sottili rispetto all’omeopatia e all’allopatia, la terapia non viene alterata, quindi i medicinali, neanche gli psicofarmaci, non diminuiscono gli effetti delle essenze (e neanche il contrario).

4. Basso costo: è incalcolabile la quantità di denaro che si spende per i medicinali, a differenza della floriterapia

5. Sicurezza: esiste un’ampia esperienza (80 anni circa) nel loro utilizzo, oltre ad una vasta documentazione sul tema, il che fa dei Fiori di Bach un sistema solido ed affidabile

6. Azione a livello energetico sottile: i fiori agiscono a livello profondo in modo vibrazionale arrivando anche al corpo fisico

7. Azione sulla causa reale della malattia: le essenze possiedono la forza sufficiente e l’informazione adeguata per agire ai livelli causali della malattia indipendentemente dall’intenzione e la formazione del terapeuta, il che rende la floriterapia un sistema unico nel suo genere. I fiori modificano quello che è da modificare

8. Azione su tutti i piani possibili: i rimedi agiscono su tutti i livelli di chi li assume, per questo motivo possono avere effetto su disturbi di ogni genere, sia fisici che emozionali, mentali e spirituali. La floriterapia può essere considerata una terapia olistica che considera l’individuo come un tutto integrato e interdipendente.

9. Evoluzione spirituale: le essenze sono state scelte e preparate per l’evoluzione integrale dell’essere umano, di conseguenza indipendentemente da ciò che stiamo trattando e qualunque sia la motivazione di chi li assume, i fiori agiscono ristabilendo la connessione tra l’anima e la personalità. Se ne avranno quindi grandi benefici, non solo a livello mentale, fisico ed emotivo, ma anche a livello spirituale.

10. Azione mirata: agiscono solo a livello di una precisa disarmonia perché ogni essenza ha un principio vibrazionale differente con una frequenza che coincide con il principio negativo da correggere. In tal modo, se viene prescritto un fiore sbagliato, non potrà mai essere nocivo, semplicemente non agirà.

Prenditi cura di te!

Ci rileggiamo presto.

*Sono un’anima in cammino nel suo percorso di ricerca ed evoluzione. Ho creato VisioneOlistica.it per diffondere risorse utili per il proprio benessere naturale, la crescita personale e spirituale. In questa rubrica ti racconto quello che ho imparato nel mio percorso, cercando di offrirti spunti utili per il benessere di corpo, mente e spirito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La malattia, alla sua origine, non è materiale”: dieci buoni motivi per usare i Fiori di Bach

TerniToday è in caricamento