rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Salute

Ice bathing, ovvero fare il bagno ghiacciato: tutti i benefici per la salute

Numerosi studi convergono sul fatto che la pratica di fare bagni freddi o ghiacciati aiuti nella prevenzione di diverse malattie

Si chiama ice bathing, letteralmente "bagno ghiacciato", ed anche se a noi latini può sembrare una pratica da folli, da sempre è diffusa nel Nord Europa. Ma sta diventato popolare anche in Paesi caldi come l’Italia.

La pratica consiste nell'immergersi in un lago ghiacciato o farsi il bagno al mare in inverno: nuoto all’aperto in inverno, crioterapia o trattamenti a base di “freddo”, come immergersi in una vasca con cubetti di ghiaccio: sono attività che vengono proposte sempre da più Spa e centri sportivi con piscine esterne, per rinvigorire il corpo e potenziare le energie.

I benefici del freddo

I benefici della terapia del freddo (o cold therapy), cioè l’esporre il proprio corpo ad acqua fredda o gelata, sono al centro di crescente interesse da parte di studiosi in tutto il mondo. Sul tema già esistono numerose ricerche che hanno dimostrato come l’immersione in acqua fredda (al di sotto dei 20°) o ghiacciata (tra -2 e 5°C) può rafforzare il sistema immunitario, curare la depressione, migliorare la circolazione periferica, aumentare la libido e bruciare calorie. Altre suggeriscono, inoltre, che l'esposizione regolare al freddo è efficace nel trattamento dell'infiammazione autoimmune cronica, nel ridurre l'ipercolesterolemia grazie all'attivazione del tessuto adiposo bruno (buono) e ha un effetto positivo sullo stress. Tuttavia, la maggior parte di questi studi si è concentrata solo sull’esposizione al freddo più estremo.

Ora i ricercatori norvegesi dell'Arctic University e dell'University Hospital of North Norway hanno incrociato i risultati di 104 studi scientifici sugli effetti del nuoto in acque fredde (ma non gelate) in inverno, e scoperto come questa attività, se praticata regolarmente, può aiutare a bruciare le calorie e ridurre il grasso corporeo “cattivo”, abbassando il rischio di malattie come l’obesità, il diabete e le malattie cardiovascolari. La ricerca è stata pubblicata sull'International Journal of Circumpolar Health.

Lo studio

La ricerca in questione voleva determinare se nuotare in acque fredde, hobby che sta diventando sempre più popolare anche nei Paesi più caldi, comporta effetti benefici sulla salute. Dall’analisi sono stati esclusi tutti gli studi in cui i partecipanti indossavano mute o tute speciali, o si immergevano in acque con temperature superiori a 20°. I partecipanti erano nuotatori professionisti, bagnanti invernali regolari, bagnanti invernali senza precedenti esperienze di nuoto invernale, sportivi che erano soliti immergersi in acqua fredda come trattamento post-allenamento (la terapia del freddo è infatti spesso praticata da sportivi per il sollievo e il recupero muscolare dopo un'intensa attività fisica).

L’acqua fredda attiva il grasso buono e aiuta a bruciare calorie

La revisione degli studi ha confermato che nuotare in acque fredde ha effetti benefici sull’organismo. In particolare ha mostrato come l’immersione in acqua fredda, se praticata con costanza, stimola il metabolismo e fa perdere peso. In particolare, è emerso che il freddo causa un aumento della circolazione e contemporaneamente l’attivazione del tessuto adiposo bruno (BAT o grasso buono) per mantenere la temperatura corporea ideale. Tuttavia, solo se l’immersione in acqua fredda è prolungata, il corpo brucia il grasso “cattivo” (che invece immagazzina energia) e fa perdere peso.

L’acqua fredda riduce il rischio di diabete

Dall'analisi è anche emerso che l’esposizione all'acqua fredda aumenta la produzione di adiponectina da parte del tessuto adiposo: una proteina che svolge un ruolo chiave nella protezione contro l'insulino-resistenza, il diabete e altre malattie. Le ripetute immersioni in acqua fredda durante i mesi invernali hanno, infatti, aumentato significativamente la sensibilità all'insulina e diminuito le concentrazioni di insulina, sia nei nuotatori inesperti che in quelli esperti. Ma anche in questo caso, gli effetti sono temporanei: solo le immersioni in acqua sono ripetute possono effettivamente far diminuire le concentrazioni di insulina nel sangue.

L’acqua fredda attiva la circolazione, ma occhio alle controindicazioni

L'immersione in acqua fredda comporta un aumento della pressione del sangue per mantenere caldi gli organi vitali, cosa che si traduce in un miglioramento della circolazione. A tal proposito, la revisione ha fornito prove che i fattori di rischio cardiovascolare sono effettivamente migliorati nei nuotatori che si sono adattati all'acqua fredda. Tuttavia, altri studi suggeriscono che l’immersione in acqua fredda può causare un grave stress cardiaco. 

“Prima di fare un tuffo nell’acqua fredda, dunque, è necessario essere consapevoli dei rischi che si possono correre, ancora prima dei benefici - ha spiegato il cardiochirurgo James Mercer, autore principale dello studio -. Dalle nostre ricerche, il profilo di chi pratica l'ice bathing è molto differente, sia per età che per esperienza, e va dai nuotatori agonisti, fino a chi non ha alcun tipo di affinità con lo sport. Soprattutto per questi ultimi, è importante sapere che esiste un altissimo rischio di ipotermia, così come di innescare problemi cardiaci e polmonari direttamente correlati allo shock termico”.

L'ice bathing non basta...

La gran parte degli studi presi in esame ha coinvolto un piccolo numero di partecipanti, spesso di un solo sesso (maschile), e con differenze di temperatura dell'acqua e composizione del sale. Inoltre, non è chiaro se coloro che hanno partecipato agli studi siano ‘naturalmente’ più sani.

"Molti studi - hanno dichiarato i ricercatori - hanno dimostrato effetti positivi significativi derivanti dall'immersione in acqua fredda su vari parametri fisiologici e biochimici. Tuttavia molti dei benefici per la salute collegati a una regolare esposizione al freddo potrebbero dipendere anche da altri fattori come uno stile di vita attivo, un controllo dello stress (attraverso la meditazione o tecniche di respirazione), un'alimentazione sana e una mentalità positiva”. Dunque, tuffarsi regolarmente in acqua fredda deve essere associata a uno stila di vita sano per farci perdere peso, e proteggerci da obesità, diabete e malattie cardiovascolari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ice bathing, ovvero fare il bagno ghiacciato: tutti i benefici per la salute

TerniToday è in caricamento