rotate-mobile
Salute

Lions Club International e le 1.300 iniziative su tutto il territorio nazionale in occasione del mese della vista

La grande organizzazione filantropica internazionale fa prevenzione in particolare nel campo della vista, dell’ambiente,  del  cancro  infantile,  della  fame,  del  diabete  e  di  altri  bisogni  umanitari urgenti per aiutare a dare una risposta ad alcune delle sfide più grandi che si affacciano all’umanità 

La più grande organizzazione di club di servizio al mondo, con oltre 1 milione e 400 mila soci (di cui circa 38.500 in Italia), ovvero il Lions Club International, annuncia le sue tante iniziative nel mese dedicato alla prevenzione della vista. Sono infatti quasi 300 mila le persone assistite in Italia dai filantropi del Lions, con 1.350 attività realizzate per circa 50.000 ore di servizio e oltre 350 mila euro stanziati da gennaio 2021 a oggi. Tutti numeri spesi per migliorare la qualità della vita dipersone ipovedenti e prevenire la cecità attraverso screening gratuiti, iniziative benefiche e programmi di informazione, assistenza e sostegno su tutto il territorio nazionale. Progetti che, per il solo mese di ottobre 2022, vedono il coinvolgimento dei soci Lions in oltre 1.300 attività di service.

I problemi visivi nel mondo

Come riportano i dati dell’OMS, attualmente nel mondo fino a 1 miliardo di persone vive con menomazioni alla vista evitabili o correggibili se prontamente diagnosticate o curate. Circa 14,3 miliardi di dollari è la cifra stimata per curare i casi esistenti di errore refrattivo e cataratta in tutto il mondo. In molte regioni a basso e medio reddito si registrano menomazioni visive non curate 4 volte superiori rispetto a quelle rilevate nei territori ad alto reddito.   

“Oggi l'80% dei casi di malattie oculari sono prevenibili o trattabili. Il primo passo per la prevenzione è la consapevolezza. Il secondo è la diagnosi precoce tramite il controllo della vista”, commenta Eddi Frezza, Presidente del Consiglio dei Governatori del  Multidistretto Lions Italia, “La nostra associazione è all’opera per offrire attività innovative e gratuite a sostegno delle persone che si trovano a fare i conti con queste patologie e che spesso non dispongono delle risorse per poterle curare. Nonostante il periodo difficile e le restrizioni imposte dalla pandemia, in questi ultimi due anni non è mai mancato l’impegno dei Lions per dare continuità alle iniziative sul campo e i numeri ne fotografano i grandi risultati”.

Elena Appiani, Direttore Internazionale e membro del consiglio di amministrazione di Lions Clubs International ha dichiarato “ La vista è una delle cinque cause umanitarie globali di Lions Clubs International. In tutto il mondo i Lions sono noti come i “cavalieri della vista”. Tra i diversi progetti realizzati dai Lions italiani a beneficio della comunità troviamo visite gratuite di screening,  Servizio Cani guida, Banca degli Occhi, Libro Parlato, raccolta e ripristino di occhiali usati.”

Screening gratuiti anche per i più piccoli e tante attività di prevenzione

Gli screening gratuiti vengono intensificati annualmente durante il mese di ottobre nelle piazze dei comuni italiani e nelle scuole. Per i più piccoli, con il service del Lions Clubs International “Sight for kids”, l’attenzione è rivolta alla cura dell’ambliopia, detta anche occhio pigro, una malattia che colpisce circa il 5% dei bambini che frequentano le prime classi scolastiche. Una patologia che se non curata in tempo comporta gravi problemi in età adulta, causando una notevole riduzione della vista.

Oltre alle attività di prevenzione, l’impegno dell’Associazione continua nei programmi di supporto alle persone ipovedenti. È il caso del Servizio Cani Guida dei Lions di Limbiate, attivo dal 1959. Unico centro Lions del genere in Italia, con sede in provincia di Monza, ad oggi ha addestrato e donato, dopo un periodo di affiancamento, oltre 2.000 cani guida in tutto il Paese.

Una causa, quella della vista, che nelle iniziative dei Lions si sposa anche con la sensibilità ai temi della sostenibilità ambientale dell’economia circolare. Grazie al Programma Lions di Raccolta e Riciclaggio di Occhiali da Vista solo nello scorso anno sono stati raccolti, puliti e riparati circa 6 milioni di occhiali da vista, dei quali oltre 2,8 milioni distribuiti nelle nazioni in via di sviluppo.

In caso di patologia grave, i Lions mettono a disposizione inoltre la loro “Banca degli occhi Lions Melvin Jones” che nei suoi 24 anni di attività ha permesso a oltre 3.090 persone di recuperare la vista grazie alle donazioni di oltre 6500 cornee.

Infine, l’iniziativa del  “libro parlato”, ideata e creata nel 1975 grazie al Lions Club Verbania: sono oramai stati letti e registrati e messi a disposizione gratuita per le persone ipovedenti centinaia di libri, grazie ai donatori di voce.

Chi è il Lions Clubs International

Lions Clubs International è la più grande organizzazione di club di servizio al mondo. Oltre 1  milione  e  400  mila  soci,  appartenenti  a  più  di  38.500  club,  operano  al  servizio  delle comunità di 200 paesi e aree geografiche di tutto il mondo. Sin dal 1917 i Lions hanno rafforzato  le  comunità  locali  con  progetti  umanitari  e  servizi  a  intervento  diretto,  estendendo l’impatto  di questo servizio  grazie  al  supporto  generoso  della Fondazione Lions Clubs International. Le aree di maggiore impegno riguardano il campo della vista, dell’ambiente,  del  cancro  infantile,  della  fame,  del  diabete  e  di  altri  bisogni  umanitari urgenti per aiutare a dare una risposta ad alcune delle sfide più grandi che si affacciano all’umanità.  Per  maggiori  informazioni  su  Lions  Clubs  International su https://www.lions.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lions Club International e le 1.300 iniziative su tutto il territorio nazionale in occasione del mese della vista

TerniToday è in caricamento