Quando il desiderio sessuale non c'è: è l'anoressia sessuale

Si tratta di una forma patologica di disinteresse alla sessualità ed ha origini psicologiche; ecco come riconoscerla e affrontarla aiutati da un percorso terapeutico idoneo

L’argomento è certamente delicato e nonostante il sesso sia ormai di consueto “sbattuto in prima pagina” in realtà ci sono molti tabù e problemi che riguardano la vita sessuale di molte persone e coppie, di cui si tende a non parlare.

Si chiama anoressia sessuale, e si verifica quando in una persona l’interesse per l’attività sessuale è minimo o addirittura assente. L’anoressia sessuale è dunque una forma di rifiuto più o meno completo della sessualità dietro al quale possono celarsi diverse cause.

Va comunque detto che l'ultima versione del 'Manuale diagnostico e statistico' dell'American Psychiatric Association (considerata una riferimento per gli esperti del settore) non riporta ancora il termine 'anoressia sessuale' e neppure quello di 'disturbo da avversione sessuale'. 

Il tutto è stato motivato dall'insufficiente ricerca a supporto dell’esistenza di questa forma patologica. In realtà è stata condotta una rigorosa ricerca su circa 4.000 persone, soprattutto donne, che ha dimostrato l'esistenza di questo genere di problemi. Negli USA, ad esempio, il 43% delle donne intervistate ha dichiarato di riconoscersi in una situazione di scarso desiderio ed il 22% ha riportato di soffrire forme di stress personale correlate al sesso. 

Cause 

Tra le cause di questa “inappetenza” al desiderio sessuale ci possono essere:

- carenza di autostima

- presenza di relazioni conflittuali nella coppia

- aver subito in passato una violenza sessuale che ha lasciato un segno psicologico indelebile

- educazione restrittiva ed ansiogena che ha attribuito al sesso l'immagine di una attività potenzialmente pericolosa

Sintomi

Come fare a riconoscere se stiamo vivendo una forma di anoressia sessuale? Tra i sintomi rivelatori ci sono:

- mancanza di interesse verso le attività sessuali

- mancanza di fantasie erotiche

- risposta fredda e distante alle avances sessuali del partner

- scarsa o nulla soddisfazione sessuale quando si cede comunque ad un rapporto.

Come superare l’anoressia sessuale

La condizione di anoressia sessuale può essere superata con l'aiuto di un terapeuta (meglio ancora un sessuologo) esperto in tecniche cognitivo comportamentali e con l'esposizione progressiva agli stimoli temuti. In questo caso la finalità del trattamento non è legata ai problemi strettamente sessuali ma aiuta ad affrontare tutto quello che può esserci a monte, in primis la paura delle relazioni interpersonali che sono invece necessarie per poter condurre una vita soddisfacente. 

Anche la conoscenza e la pratica dei metodi naturali di regolazione della fertilità, basati sull’individuazione del periodo fertile nel ciclo ovarico della donna, può aiutare la coppia nell’affrontare questa problematica: infatti la conoscenza dei ritmi naturali della fertilità (sempre abbinata al maggiore desiderio sessuale) può stimolare la persona a dialogare con il partner e far emergere alla superficie quei problemi e quelle paure che possono essere alla base del disturbo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tecnologia e stile made in Terni sugli aerei di mezzo mondo: accordo tra AeroSeatek e Giant Aviation

  • Nozze d’oro, svelata la truffa dei finti matrimoni tra ternani e straniere: ecco come funziona

  • Terni sbarca su Rai 1: un ampio servizio per raccontare la città dell’acciaio

  • Viale dello Stadio, tagliati i pini dello spartitraffico: il video dell'abbattimento

  • LA VIDEO-INTERVISTA Sara Tommasi e la sua rinascita: "Ero devastata, anche per colpa mia, ma ora so di valere..."

  • La Via della Seta porta a Terni milioni di euro e posti di lavoro: i dettagli del patto AeroSeatek-Giant Aviation

Torna su
TerniToday è in caricamento