rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Blog

“Dopo quattro anni non parteciperò alla seduta del Consiglio comunale. Due atti di grande valore all’esame dell’aula”

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti: “Mi dispiace non prendere parte alla sessione di Palazzo Spada. Cittadinanza onoraria a Bandecchi e Liliana Segre atti molto importanti”

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti non parteciperà alla seduta del Consiglio comunale in presenza, calendarizzata per il pomeriggio di oggi, mercoledì 20 aprile: “Sono positivo al Covid anche se fortunatamente sto bene” ha dichiarato attraverso un video messaggio, diffuso sul proprio profilo facebook “Dopo quattro anni sarà la mia prima assenza. 

Tra i punti all’ordine del giorno il consigliere ne indica due in particolare ossia: “Il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre ed al presidente della Ternana Stefano Bandecchi. Figure diverse – osserva Gentiletti – all’esame del Consiglio, il quale sarà in grado di saper interpretare le tante passioni che tengono insieme la città”.

Cittadinanza onoraria alla Senatrice a vita: “Sono tra i primi firmatari, insieme ad altri colleghi dell’opposizione. Il documento ha raccolto il parere favorevole di tutti i capigruppo, dopo la proposta dell’associazione Civiltà Laica. Il presidente Ferranti si è attivato, ha anche scritto agli uffici del Senato ed abbiamo avuto risposta dalla Senatrice, a cui fa piacere ricevere tale onorificenza. Rappresenta la capacità di resistere e reagire all’orrore. La speranza è di poterla avere un giorno a Terni. Significativo inoltre che tale discussione ricada a pochi giorni dal 25 aprile”.

Cittadinanza onoraria al presidente della Ternana: “Il calcio è un momento di sana competizione, un’occasione di riscatto in mezzo alle sconfitte della vita. Amare la squadra della propria città non è provincialismo, ma capacità di saper stare insieme ed insieme voler andare in un’unica direzione”.

Secondo Gentiletti: “Il presidente Stefano Bandecchi ha avuto il merito di risvegliare questo ardore della città e il coraggio di proporre progetti e visioni, per il rilancio del nostro stadio. Pertanto è un atto dovuto riconoscerlo come uno di noi, come cittadino onorario di Terni e rafforzare così il sentimento di unità che ci deve accompagnare in ogni partita. Inoltre si è particolarmente impegnato nel sociale – conclude - durante la pandemia”. Alle 15.30 prenderanno il via i lavori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Dopo quattro anni non parteciperò alla seduta del Consiglio comunale. Due atti di grande valore all’esame dell’aula”

TerniToday è in caricamento