Blog

Servizi educativi, Alessandro Gentiletti: “Sollecito il sindaco ad intervenire e revocare le deleghe all’assessore Fabrizi”

Il capogruppo di Senso Civico: “Occorre garantire alle famiglie che usufruiscono di servizi così importanti per i loro figli continuità dei professionisti e a questi i diritti conquistati”

“Ho formalmente richiesto, al presidente del Consiglio comunale, di convocare la conferenza dei capigruppo per ascoltare i rappresentanti sindacali e le lavoratrici dei servizi educativi del Comune”. Lo annuncia il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti facendo seguito, di fatto, alla nota dei colleghi dell’opposizione di Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle. “È fondamentale – afferma Gentiletti - che possano esporre la loro posizione su quanto sta accadendo a tutti i rappresentanti politici eletti dai cittadini”. Al sindaco Leonardo Latini: “Chiedo invece di intervenire immediatamente in prima persona, riprendendo serene relazioni sindacali con tutte le organizzazioni come indicato dal Prefetto e se necessario procedendo ad avocare a sé le deleghe conferite a Cinzia Fabrizi. L'assessore, infatti, giova ricordare non è stata eletta dai cittadini, è di sua stretta fiducia e non è espressione di alcuna forza politica consiliare”.

Ed ancora: “Il ricorso a lavoratori esterni con contratti interinali per le supplenze brevi, verso cui si sta indirizzando l'assessorato, non solo non ha alcuna utilità ma pregiudica i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. Inoltre introduce ulteriori incertezze in un modo particolarmente delicato. Occorre infatti garantire alle famiglie che usufruiscono di servizi così importanti per i loro figli continuità dei professionisti e a questi i diritti conquistati. Inoltre verificare prima lo scorrimento delle graduatorie già in essere, per non pregiudicare i diritti di chi ha partecipato a faticosi concorsi pubblici. Occorre infine non incentivare la stipula di contratti di lavoro precari e a tempo, aprendo anche in questo settore gli scenari di tensione, anche sociale, che abbiamo conosciuto in passato altrove, come in alcune partecipate”.

Secondo il capogruppo: “Il cambio di rotta improvviso e la riapertura immotivata delle tensioni con le forze sindacali, dopo l'impegno profuso da sua eccellenza il Prefetto nella procedura di raffreddamento, mette a repentaglio la credibilità dell'amministrazione e la credibilità politica di tutte le forze e i rappresentanti eletti in Consiglio comunale. Per questo sollecito pubblicamente il sindaco a intervenire e ad avocare a sé le deleghe dell'assessore Fabrizi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi educativi, Alessandro Gentiletti: “Sollecito il sindaco ad intervenire e revocare le deleghe all’assessore Fabrizi”

TerniToday è in caricamento