rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Amministrative 2021 Stroncone

Stroncone, inaugurazione del percorso delle ‘Antiche Mura Castellane’: “Un formidabile veicolo per il turismo”

L’intervento presentato a dicembre 2021 ed iniziato nei primi mesi del 2022, ha riguardato un’area completamente abbandonata da secoli

Il percorso delle ‘Antiche Mura Castellane’ è prossimo all’inaugurazione. Domenica 24 marzo (ore 12) il Comune di Stroncone riscoprirà un’area abbandonata da secoli. L’intervento, presentato a dicembre 2021 ed iniziato nei primi mesi del 2022 rientra in un contesto di recupero e riqualificazione del centro storico. Per l’occasione è stato utilizzato il brand RiscopriAMO Stroncone.

Il sindaco Giuseppe Malvetani ha dichiarato, a tal proposito: “Un’opera dalle forti valenze culturali e turistiche che cambia per sempre, secondo noi in meglio, il volto del nostro bel centro storico. Una lunga passeggiata ad anello intorno al paese, sospesa tra storia e natura, che permetterà di riscoprire e godere di una parte del borgo dimenticata da secoli.”

L’intervento articolato su diverse fasi e suddiviso in più stralci, è consistito nel disboscamento delle aree adiacenti le mura, la pulizia e la messa in sicurezza delle mura stesse. Quindi la realizzazione del percorso pedonale vero e proprio, con annesse piazzole di sosta panoramiche e con due ingressi intermedi nel centro storico, uno più suggestivo dell’altro, oltre che di un marciapiede panoramico lungo Via dell’Orno. A completare l’opera, la realizzazione ex novo dell’illuminazione di tutta la cinta muraria, oltre a quella del percorso, che renderà la passeggiata molto suggestiva anche di sera. Entro l’estate sarà inoltre operativo un doppio servoscala che consentirà l’accesso al percorso alle persone con disabilità.  

L’investimento totale per la realizzazione del progetto è stato di poco superiore al milione di euro ed è stato possibile grazie ai fondamentali contributi della Regione Umbria, per oltre 656 mila euro, e della Fondazione Carit, per 170 mila euro. Il primo cittadino ha poi aggiunto: “Con la realizzazione di quest’opera abbiamo voluto lasciare un segno tangibile, consegnando al territorio uno strumento che, se ben sfruttato, non solo consente di recuperare e valorizzare il nostro patrimonio monumentale e naturalistico, rendendo fruibili meravigliosi angoli del centro storico fino ad ora poco conosciuti, ma può trasformarsi anche in un formidabile veicolo per il turismo, in questi anni in costante aumento”.

I ringraziamenti: “Vanno alla Regione Umbria, in particolare all’assessore Paola Agabiti Urbani, e alla Fondazione Carit, per i fondamentali contributi senza i quali questa importante opera non sarebbe stata possibile. Un grande grazie anche alla giunta e ai nostri consiglieri comunali per il sostegno e la condivisione, in particolare agli assessori Liorni (sviluppo economico) e Di Loreto (lavori pubblici) per aver seguito e coordinato le varie fasi di progettazione ed appalto dei lavori con la nostra area Lavori Pubblici, guidata dal geometra Marco Macciò. Infine, un ringraziamento ai progettisti, al direttore dei lavori ed a tutte le ditte che si sono alternate nei mesi per portare a termine questo ambizioso progetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncone, inaugurazione del percorso delle ‘Antiche Mura Castellane’: “Un formidabile veicolo per il turismo”

TerniToday è in caricamento