Alla scoperta dei benefici degli asparagi, ortaggi tipici di primavera

In Umbria la "caccia agli asparagi selvatici" è uno dei passatempo preferiti in questa stagione! Ecco i benefici (e alcune controindicazioni) del consumo di questi squisiti ortaggi

In Umbria andiamo tutti matti per gli asparagi, ortaggi tipici primaverili di cui andiamo normalmente in cerca in queste giornate lunghe e miti, nei nostri tanti boschi. Ma per adesso non è ancora consentito uscire senza una grave motivazione, quindi è bene aspettare. Nel frattempo, andiamo a scoprire quante proprietà benefiche utili per il nostro organismo hanno gli asparagi.

Coltivati e utilizzati nel Mediterraneo dagli Egizi e in Asia Minore già 2000 anni fa, questi ortaggi hanno ottimi valori nutrizionali, pochissime calorie e possono essere consumati in mille modi diversi. Inoltre, essendo vegetali tipici primaverili, come tutti i prodotti ortofrutticoli andrebbero consumati in questo periodo, freschi, per poter godere appieno di tutti i loro benefici. 

Oltre a molti benefici, gli asparagi hanno anche alcune controindicazioni, vediamole.

Proprietà e benefici degli asparagi

Gli asparagi contengono molta acqua, hanno solo 25 calorie per 100 gr circa, e sono ricchi di minerali, vitamine e fibre vegetali. Tra i benefici principali che derivano dal consumo di asparagi troviamo:

  • prevenzione del diabete di tipo 2 - grazie ad alcuni principi attivi e all'alto tasso di sali minerali, specialmente del cromo, che permette di migliorare la capacità dell’insulina di trasportare il glucosio dal flusso sanguigno verso le cellule del nostro organismo, gli asparagi hanno la capacità di favorire la produzione di insulina e di diminuire i livelli di glucosio nel sangue, il che li rende particolarmente indicati nella prevenzione del diabete di tipo 2.
  • favoriscono la diuresi - gli asparagi contengono elevati livelli di un amminoacido denominato asparagina, un diuretico naturale che aiuta l'organismo ad espellere il sodio in eccesso, e di potassio, che aiuta a contrastare il ristagno dei liquidi e a riequilibrare la pressione; per questo, questi ortaggi sono particolarmente adatti per combattere la cellulite e la ritenzione idrica, per chi segue una dieta finalizzata alla perdita di peso e per chi soffre di edema o ipertensione.
  • favoriscono la depurazione dell'organismo - gli asparagi sono particolarmente ricchi di glutatione, sostanza che favorisce la depurazione dell’organismo, migliorandone la capacità di liberarsi di sostanze dannose, componenti cancerogeni e radicali liberi. Per questo il consumo di asparagi risulta utile nella prevenzione di alcune forme di cancro, in particolare del cancro alle ossa, al seno, al colon, alla laringe ed ai polmoni. 
  • hanno proprietà antiossidanti - gli asparagi sono molto utili per contrastare i segni dell’invecchiamento e rallentare il processo di avanzamento dell'età biologica.
  • contribuiscono al buon funzionamento del sistema nervoso - gli asparagi aiutano anche a contrastare il declino cognitivo del nostro cervello, grazie alla presenza di acido folico e vitamina B12, indispensabili per sostenere il sistema nervoso e per proteggere i neuroni cerebrali dal danno ossidativo, dall’invecchiamento e dalle malattie degenerative.
  • prevenzione delle patologie cardiocircolatorie - gli asparagi sono un valido alleato nella prevenzione delle patologie cardiocircolatorie grazie all'elevato contenuto di potassio, un sale minerale prezioso per la regolazione della pressione sanguigna e per il funzionamento dei muscoli, compreso il cuore.
  • favoriscono la digestione e migliorano le funzioni intestinali - gli asparagi sono particolarmente benefici per il nostro apparato digerente grazie al contenuto di inulina, una fibra solubile nota per la sua capacità di regolare il transito intestinale, rinforzare la flora batterica e di eliminare le tossine dall'intestino.

Controindicazioni

Poiché capaci di stimolare la diuresi, il consumo di questi ortaggi è poco consigliato a chi soffre di cistite, calcoli renali, prostatite in fase acuta, insufficienza renale e nefrite. Inoltre, a causa della presenza di purine e acido urico, il consumo di asparagi è sconsigliato anche in caso di gotta e iperuricemia. Attenzione anche alle allergie: gli asparagi, infatti appartengono alla famiglia delle Liliacee, insieme a cipolla, aglio e porro.

Usi degli asparagi

Per sfruttare appieno le proprietà benefiche degli asparagi e depurare al massimo il corpo, questi ortaggi andrebbero consumati una o due volte a settimana. Ideali anche quando si è a dieta, per via del basso apporto calorico, delle capacità sazianti e di stimolo per la diuresi, gli asparagi possono essere consumati crudi o cotti al vapore, per mantenerne integre tutte le proprietà, ma si prestano anche a tantissime preparazioni diverse, come ad esempio torte salate, condimento per primi, zuppe, contorni e frittelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • Covid, un’altra giornata di contagi: due casi nell’ex zona rossa di Giove, Terni in controtendenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento