A tutta la velocità sulla E45, sorpassano una pattuglia della Stradale: inseguiti e arrestati

Due arresti nei pressi di Acquasparta. IN auto avevano oggetti d’oro rubati e un bambino di tre anni senza seggiolino

Inseguimento a tutta velocità lungo la E45: bloccati e arrestati in due, in macchina avevano refurtiva e un bambino di tre anni senza seggiolino.

Durante un servizio di controllo del territorio lungo la E45 nei pressi di Acquasparta, una pattuglia della polizia stradale è stata sorpassata da un’autovettura a fortissima velocità. Gli agenti, dopo alcuni chilometri, con non poca fatica sono riusciti a raggiungere la macchina in fuga e ad effettuare un controllo, dopo avere bloccato il mezzo in un’area di servizio.

Gli agenti hanno identificato due uomini di 26 e 56 anni, cittadini italiani, ed un bambino di 3 anni sdraiato sul sedile posteriore del mezzo, senza essere assicurato da alcun sistema di ritenuta per bambini.

I due, prima di essere fermati, hanno gettato dal finestrino dell’auto un orologio di altissimo valore. Gli operatori sono anche riusciti a scoprire nell’auto un involucro, nascosto nel blocco leva del cambio, contenente numerosi monili in oro.

La refurtiva, della quale i possessori non sono riusciti a dare spiegazioni, è stata sequestrata e, su disposizione dell’autorità giudiziaria della Procura della Repubblica del Tribunale di Terni, i due sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto e messi agli arresti domiciliari in attesa di giudizio per il reato di ricettazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

Torna su
TerniToday è in caricamento