rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

“Dammi i soldi che me ne devo andare”, lei dice di no e l’ex la prende a botte: arrestato

Perugia, dopo l’aggressione l’uomo si è addormentato sul divano e la donna ha chiamato la polizia: ammanettato e portato in carcere

Gli agenti della polizia di Stato di Perugia sono intervenuti la notte scorsa nel quartiere di Ferro di Cavallo dove una donna – originaria della Polonia, classe 1969 – aveva segnalato un’aggressione da parte dell’ex compagno, già arrestato lo scorso 25 luglio per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e rapina ai danni della 53enne. L’uomo era stato inoltre raggiunto dalla misura cautelare del divieto di dimora in Umbria e dal divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Lo straniero si era presentato a casa per chiedere un prestito di denaro per poter tornare in Polonia. La 53enne ha raccontato che dopo aver spiegato all’uomo di non avere soldi e di averlo invitato ad andare via, era andato in escandescenza afferrandola al collo e aggredendola con un pugno al volto.

Con non poche difficoltà, la donna era riuscita a divincolarsi. Il 29enne, a quel punto, si era calmato e poco dopo si era addormentato sul divano. La donna aveva quindi approfittato della situazione per chiedere aiuto alla polizia di Stato. La polizia lo ha trovato ancora addormentato e subito dopo lo ha arrestato per i reati di percosse e atti persecutori e per la violazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento e deferito in stato di libertà per il reato di percosse e atti persecutori. Con la convalida dell'arresto è stato portato a Capanne.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Dammi i soldi che me ne devo andare”, lei dice di no e l’ex la prende a botte: arrestato

TerniToday è in caricamento