rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca

Cane nel Nera, così il piccolo meticcio nero è riuscito a salvarsi dalle acque del fiume

Il primo avvistamento intorno alle 8 di ieri mattina sotto ponte Carrara. Poi l’allarme ai vigili del fuoco, le operazioni di soccorso ed il lieto fine: ecco com’è andata

“C’è un cane nel Nera. Io l’ho visto verso le 8 di questa mattina, ma vi ho chiamato soltanto adesso per non disturbare”.

A dare l’allarme, ieri mattina, è stata una donna ternana che ha allertato il centralino dei vigili del fuoco. Intorno alle 10.30 è scattata l’operazione di soccorso. Un piccolo cane meticcio di colore nero era rimasto imprigionato nel fiume dopo essere stato sorpreso dal rigonfiamento delle acque.

L’arrivo nella zona di ponte Carrara dei vigili del fuoco – una quindicina di uomini e un canotto per agevolare le operazioni – ha richiamato attorno al fiume decine di persone. Curiosi e giornalisti si affacciano per assistere al tentativo di salvataggio.

I vigli del fuoco seguono da terra e nel fiume le peripezie del cane che si addentra in zone impervie perché spaventato, dalla situazione e dalla curiosità che sta generando. I soccorritori tentano di raggiungerlo, ma non ci riescono. Tentano di afferrarlo, ma il cane è nervoso. Ad un certo punto reagisce anche con un morso. Non stringe e non ferisce ma fa capire di trovarsi in una situazione di profondo stress.

I vigili del fuoco continuano a seguirlo fino a quando il meticcio non arriva ad un sentiero che può aiutarlo a mettersi in salvo.

Era estremamente spaventato – raccontano i vigili del fuoco – e quindi abbiamo preferito lasciarlo da solo piuttosto che continuare a cercare di recuperarlo”.

Come si chiama il cane? “Non lo sappiamo, perché in tutto questo, il suo proprietario non si è fatto vedere…”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane nel Nera, così il piccolo meticcio nero è riuscito a salvarsi dalle acque del fiume

TerniToday è in caricamento