Cani e affari, la Asl 2 in commissione antimafia: animali “fantasma” e fondi spariti

I vertici dell’azienda sanitaria ternana ascoltati a palazzo Cesaroni. De Vincenzi (Umbrianext): verificare i tassi di adozione per capire se c’è chi specula

Negli anni 90 diversi comuni umbri incassarono risorse per la costruzione di canili sanitari. Vent’anni dopo la situazione però è questa: nel territorio della Asl 2 esiste soltanto una struttura del genere (a Schifanoia) con la conseguenza che “se ad esempio una cane viene catturato a Norcia, deve essere trasferito a Terni, con tutto ciò che ne consegue in termini di costi e di malessere per l’animale. Da Foligno si va magari a Todi, e così via”. È soltanto uno degli elementi emersi durante l’audizione da parte della commissione regionale antimafia dei vertici della Asl 2, Roberto Giannelli (responsabile servizio Sanità animale) e Guglielmo Spernanzoni (responsabile servizio Igiene allevamenti), sul tema della gestione dei canili e del servizio del randagismo dell’Asl Umbria 2.

Giannelli e Spernanzoni hanno rimarcato come all’Asl spetti l’assistenza sanitaria ed il recupero del cane, mentre sono i Comuni a dover provvedere alla gestione economico finanziaria dei canili. Al canile di Schifanoia se ne dovrebbe aggiungere un altro a Narni, mentre tutta la parte nord del territorio ricadente nella stessa Asl ne è completamente priva. In fase di studio la realizzazione di una struttura nel Folignate, a Sellano. Mentre il territorio è servito da 17 rifugi convenzionati.

Rispetto alla questione dei canili e ai cosiddetti ‘cani fantasma’, Giannelli e Spernanzoni hanno fatto sapere che approfondimenti in merito sono stati demandati ad una commissione regionale ad hoc che dovrà analizzare la situazione e che alla conclusione del lavoro verranno resi noti i risultati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono emerse situazioni di disorganizzazione sia a livello di strutture che di operatività. Rimaniamo in attesa - ha detto Sergio De Vincenzi (Umbrianext) vicepresidente della commissione - dei risultati che la commissione renderà noti. Sono stati istituiti, a livello di sistema informatico, dei canili virtuali, da questo sono emerse strutture in posti improbabili ed addirittura inesistenti e come specificato in audizione la situazione era da ricondurre ad un artificio informatico adottato dai programmatori e sottoposto ad analisi, da qui il fenomeno dei ‘cani fantasma’ sui quali si sta comunque indagando. È emersa anche una carenza di canili sanitari, ma soprattutto rispetto all’iter amministrativo per l’accalappiamento dei randagi. È importante fare comunque chiarezza su movimenti di cani, sul numero delle adozioni e sulle attività dei rifugi e delle associazioni che li gestiscono per evitare qualsiasi rischio di eventuali speculazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento