Cocaina per gli orvietani, preso il pusher

Arrestato a Castiglion del Lago dai carabinieri della Rupe un 39enne trovato con sei dosi di stupefacente, in casa tutto l'occorrente per il confezionamento

Arrestato il pusher degli orvietani. O almeno uno dei tanti, punto di riferimento soprattutto per i consumatori della zona dell'alto Orvietano al confine con Perugia. Da qui i carabinieri di Orvieto, in borghese, tenendo sotto controllo i clienti sono arrivati a lui - 39enne marocchino - seguito fino a Castiglion del Lago e lì arrestato.

Nella macchina, un'utilitaria, i militari della Rupe hanno trovato nascoste 6 dosi di cocaina per un peso complessivo di 5 grammi di sostanza stupefacente. La successiva perquisizione nella casa di Passignano sul Trasimeno dove l'uomo risiede, effettuata insieme ai carabinieri del posto, ha permesso di rinvenire, in un cortile retrostante l’edificio, occultata tra un muro di contenimento ed una piccola costruzione in muratura, un sacchetto di cellophane con all’interno un bilancino di precisione, una quarantina di grammi di coca, tutto il materiale necessario al confezionamento delle dosi e qualche grammo di hashish.

Lo stupefacente, che avrebbe fruttato oltre 3.500 euro, è stato sequestrato e l’uomo - disoccupato con precedenti di polizia - si trova ora ai domiciliari dopo la convalida dell'arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento