menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Coronavirus: Giove rivede la luce: aumento notevole dei guariti. Test e tamponi a (quasi) tutta la popolazione

Il sindaco Alvaro Parca comunica gli ultimi aggiornamenti: “Tra tamponi e test si sono sottoposte volontariamente ad esame circa 1.350 persone, equivalenti a circa il 90% del corpo elettorale del comune”

Gli ultimi dati forniti dall’amministrazione comunale di Giove, in particolar modo dal sindaco Alvaro Parca, consentono di guardare con fiducia al prossimo futuro. Negli ultimi due giorni sono aumentati notevolmente il numero di guariti. Se giovedì 23 aprile se ne contavano due alla giornata della “Liberazione” se ne sommano sedici.

Al momento risultato ventuno soggetti attualmente positivi: “Due casi non sono attribuibili a Giove – afferma Parca – il che ne ridurrebbe il numero a diciannove”. Di questi undici presentano sintomi lievi, sei persone sono asintomatiche mentre quattro i pazienti ricoverati presso le strutture ospedaliere. Al momento si sono registrati due decessi, l’ultimo è stato comunicato dall’azienda ospedaliera ternana.

Alvaro Parca: “Grande senso civico e responsabilità della nostra gente”

Il primo cittadino dichiara: “La situazione relativa ai circa 450 tamponi prelevati presenta un notevole aumento delle guarigioni e nessun ulteriore caso positivo. Ai rilevamenti vanno inoltre aggiunti gli oltre 900 test effettuati fino ad oggi che hanno lo scopo di accertare quante persone siano entrate in contatto con il virus. A queste sono stati prelevati tamponi per verificare se il virus sia ancora attivo.

I risultati dovrebbero esserci comunicati entro lunedì e saranno determinanti per le decisioni di ASL e Regione sulla zona rossa. Tra tamponi e test, quindi, si sono sottoposte volontariamente ad esame circa 1.350 persone, equivalenti a circa il 90% del corpo elettorale di Giove. Lo ritengo un risultato eccellente che testimonia il grande senso civico e la responsabilità della nostra gente”. Il comune di Giove è l’unica zona rossa della regione. La nuova ordinanza prevede restrizioni fino al prossimo 3 maggio ma, se il trend dovesse confermarsi, potrebbe anche essere revocata. In attesa di una nuova settimana finalmente Giove rivede la luce e guarda con un pizzico di fiducia al prossimo futuro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento