Divieti anti-virus, si accendono le telecamere per controllare gli spostamenti

La decisione del Comune di Giove, il sindaco Parca: ne abbiamo 22, prenderemo i numeri di targa delle auto e verificheremo se c’erano motivi validi per uscire di casa

Si accendono le telecamere sugli spostamenti “fuorilegge”. Il Comune di Giove ha annunciato una stretta sui controlli per il rispetto dei divieti introdotti dal Governo per contrastare la diffusione del Coronavirus. A darne notizia è il sindaco del comune dell’Amerino, Alvaro Parca, che in un videomessaggio ha informato la cittadinanza dell’utilizzo in via straordinaria delle telecamere già installate da tempo.

Ne abbiamo 22 fra capoluogo comunale e frazioni – ha detto Parca – e le stiamo utilizzando per prevenire assembramenti, uscite senza reali e urgenti motivi e il rispetto delle distanze di sicurezza fra persone. Prenderemo i numeri di targa delle auto – prosegue il sindaco – e verificheremo se c’erano motivi veri per l’uscita di chi transita lungo le strade. Tutto questo lo facciamo solo ed esclusivamente nell’interesse della salute pubblica”.

Mascherine

Intanto sono pronte 1.600 mascherine realizzate da un gruppo di sarte del paese in modo volontario e gratuito e grazie anche ad un laboratorio che si è reso disponibile alla loro cucitura. “Si tratta – spiega il sindaco Parca - di un modello fatto con materiali riutilizzabili e sterilizzabili approvati dalle autorità competenti”. 

“Per la distribuzione si darà priorità a coloro che hanno contatti giornalieri con il pubblico, come dipendenti comunali, forze dell’ordine, attività commerciali ed altri a più diretto contatto con la gente”.

Chiunque ne abbia bisogno, per lo stretto fabbisogno familiare, può telefonare al Comune dalle 9 alle 13 lasciando generalità e recapiti. Le mascherine verranno consegnate dalla protezione civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento