Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

La bella soddisfazione dopo gli insulti sessisti ricevuti al termine della gara: “Simbolo di una mentalità arretrata e bigotta”

L’associazione Terni Valley prende posizione dopo l’episodio accaduto nei giorni scorsi in Coppa Umbra. Nel contempo Diletta Ciommei ha fatto il suo debutto in Promozione dirigendo Julia Spello- Athletic Bastia 2-0

Una settimana piuttosto ‘movimentata’ e terminata nel migliore dei modi, con una bella soddisfazione ricevuta per Diletta Ciommei. Diversi gli organi di informazione, a livello locale e regionale, i quali si sono occupati di quanto accaduto al termine di Sangemini-Real Avigliano 3-2, match di Coppa Prima Categoria. Andiamo per ordine cronologico.  

Sono dieci le giornate di squalifica comminate all’attaccante della Real Avigliano Adrian Florin Pistinciuc. La ricostruzione è affidata al comunicato del Comitato Regionale Umbro e, più nello specifico, a quanto è stato indicato nelle motivazioni addotte dal Giudice Sportivo: “Dopo aver stretto la mano all’arbitro in maniera sarcastica, proferiva al suo indirizzo reiterati insulti sessisti, dichiarando di vergognarsi del fatto che un arbitro donna potesse aver diretto una sua partita. Nonostante i compagni di squadra cercassero di allontanarlo, proseguiva con gli insulti invitando la predetta a smettere di arbitrare in quanto il calcio non è per le donne”.

Immediato il commento del presidente biancazzurro Emiliano Brunetti il quale, scusandosi con Diletta Ciommei – arbitro del match – ha espresso il proprio pensiero a riguardo: “La società in tutte le sue componenti si dissocia pienamente dal comportamento grave e scorretto assunto dal calciatore. Ribadisce che la responsabilità individuale del Pistinciuc non debba inficiare l'immagine della società che nel corso degli anni si è sempre distinta per correttezza e serietà”. Tra gli interventi delle ultime ore l’associazione Terni Valley ha preso una posizione piuttosto netta sottolineando che: “Le frasi rivolte sono simbolo di una mentalità arretrata, bigotta e misogina. È vergognoso che ancora nel 2021 non si possa giudicare una ragazza per il suo impegno ma solo attaccarla in quanto appartenere al genere femminile. Non possiamo far finta che il sessismo non abbia influenzato questo episodio discriminatorio, tanto più che gli insulti erano mirati all’appartenenza dell’arbitro al genere femminile”.

Nel contempo Diletta Ciommei ha esordito nel torneo di Promozione, dirigendo Julia Spello- Athletic Bastia 2-0. Una piccola soddisfazione per un arbitro che, come i suoi colleghi, prepara minuziosamente ogni singola gara ritrovandosi da settimane nei pressi del Campo Scuola, per svolgere la preparazione atletica.  Settimana movimentata con piccola ma significativa soddisfazione da ricordare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bella soddisfazione dopo gli insulti sessisti ricevuti al termine della gara: “Simbolo di una mentalità arretrata e bigotta”

TerniToday è in caricamento